Assoluti: i 100 metri sono di Jacobs, 10.24

08 Settembre 2018

A Pescara il primo titolo da velocista per l'atleta delle Fiamme Oro. Nei 400 vittorie di Re (45.92) e Lukudo (52.38 PB). La 18enne Battocletti campionessa dei 5000 metri in 16:15.30. Bogliolo e Perini a segno sugli ostacoli.


 

Le finali dei 100 metri catalizzano puntualmente l'attenzione della seconda giornata dei Campionati Italiani Assoluti di Pescara. Sul nuovo rettilineo azzurro dello Stadio Adriatico, con il recordman nazionale Filippo Tortu oggi spettatore in tribuna, sfreccia alla vittoria il favorito Marcell Jacobs (Fiamme Oro) che con 10.24 (+0.1) ha la meglio su Roberto Rigali (Brixia Atletica 2014) e sul forte duecentista Fausto Desalu (Fiamme Gialle). Il cronometro dice 10.33 per entrambi, ma il fotofinish decreta il secondo posto di Rigali con Desalu comunque soddisfatto per i 5 centesimi limati al personale. L'occhio elettronico della telecamera è decisivo anche per decifrare l'arrivo della gara femminile in cui Johanelis Herrera (Atl. Brescia 1950 ISPA Group) la spunta di un soffio sulla leader stagionale Irene Siragusa (Esercito), ma il tempo è lo stesso per le due velociste. Terza finisce la pisana Anna Bongiorni (Carabinieri) in 11.62. I 400 metri incoronano, invece, una Raphaela Lukudo (Esercito) sempre più sicura dei propri mezzi e che coglie l'occasione del suo finale di stagione per migliorarsi a 52.38. Al maschile Davide Re (Fiamme Gialle) non smentisce il pronostico: a Pescara oggi è l'unico atleta sotto i 46 secondi (45.92).

TV E STREAMING - Diretta tv su RaiSport venerdì 7 settembre ore 17.00-19.25 (differita 20.20-21.55); sabato 8 settembre 17.00-21.00; domenica 9 settembre 16.50-20.00. Il resto della manifestazione sarà trasmesso in DIRETTA STREAMING su www.atletica.tv.

RISULTATI/Results - ORARIO/Timetable - FOTO/PhotosI CAMPIONI 2017NOTIZIE/News - HASHTAG: #Assoluti2018

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

BRAZZALE, SINFONIA TRICOLORE - Sul doppio giro di pista la novità Enrico Brazzale (Atl. Vicentina) centra il colpaccio e dopo aver scalato il ranking nazionale 2018 (1:46.93), si toglie pure la soddisfazione del suo primo titolo assoluto, conquistato con 1:49.64 in volata. 23 anni, veneto, il mezzofondista è iscritto alla facoltà di giurisprudenza e studia pianoforte con il pallino per Bach. Tra le ottocentiste successo e PB per la trentina Irene Baldessari (Esercito), 2:02.47.

BATTOCLETTI, CHE 5000! - Notevole prestazione per Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre) nei 5000 metri: la trentina figlia d'arte, alla sua seconda esperienza su questa distanza, taglia il traguardo in 16:15.30. E' la prima atleta classe 2000 a vincere un titolo assoluto e grazie a questo risultato sale al quarto posto delle liste italiane under 20 alltime, migliore 18enne di sempre con oltre venti secondi di personale. Sugli ostacoli si fanno valere la ligure Luminosa Bogliolo (CUS Genova) in 13.21 (+0.4) e il lombardo, campione uscente, Lorenzo Perini (Aeronautica) 13.57 (+0.4). Concluse le fatiche degli specialisti delle prove multiple con le affermazioni di Luca Di Tizio (atleta di origini svizzere, ma con radici abruzzesi) nel decathlon (7240 punti) e di Sveva Gerevini (Cremona Sportiva Atl. Arvedi) che conferma il titolo della passata stagione con 5322 punti nell'eptathlon.

RANDAZZO RIPARTE DAL TITOLO - Passando ai concorsi, nel lungo atterrano più lontano di tutti l'argento europeo U23 Filippo Randazzo (Fiamme Gialle), 7,76 (0.0) dopo una stagione segnata dagli infortuni, e la veneta con un perfetto accento spagnolo Laura Strati (Atl. Vicentina) con 6,41 (+1.0). Nella lunga sfida dell'asta, 5,50 vincente di Claudio Stecchi (Fiamme Gialle) che poi tenta senza fortuna i 5,65. L'ennesimo match tra i pesisti Sebastiano Bianchetti e Leonardo Fabbri si chiude per 19,39 a 19,28 in favore del reatino delle Fiamme Oro. La discobola Valentina Aniballi (Esercito) sorprende tutte con 56,80 all'ultimo lancio, soltanto quarta l'azzurra Daisy Osakue (Sisport, 55,18) al termine di un 2018 che l'ha portata al quinto posto agli Europei di Berlino. Nel giavellotto, quarto centro tricolore per il veneto Mauro Fraresso (Fiamme Gialle) con una spallata da 76,16.

400: LUKUDO VITTORIA E PERSONALE, RE CAMPIONE - Raphaela Lukudo si prende anche il titolo italiano all’aperto dopo quello di Ancona nella stagione invernale. La 24enne modenese dell’Esercito (52.38) sforbicia altri quattro centesimi al personal best che aveva già migliorato di oltre due decimi domenica scorsa a Padova e batte Giancarla Trevisan (Bracco Atletica), seconda al debutto in una finale tricolore (52.85) e la campionessa uscente Maria Benedicta Chigbolu (Esercito, 52.86), che si era presentata in testa al rettilineo finale. “Sono strafelice di questa stagione, per il 2019 spero di andare ancora più forte di quest’anno”, promette Lukudo, capelli azzurri e sorriso sulle labbra. Tra gli uomini, Davide Re partiva in pole position e, infatti, il titolo non sfugge al ligure trapiantato a Rieti. 45.92 il crono di un giro di pista in cui la vittoria dell'atleta delle Fiamme Gialle non è stata mai in discussione. Per lui è il secondo tricolore in carriera dopo quello conquistato a Trieste nel 2017. Dietro di lui c'è il recordman junior Edoardo Scotti grazie ad un finale che è già il suo marchio di fabbrica. Il 18enne del CUS Parma rimonta sull'ultimo rettilineo e si prende la seconda posizione in 46.57 superando il pugliese Daniele Corsa (Fiamme Oro, 46.62).

EPTATHLON: CONFERMA GEREVINI - Sveva Gerevini fa il bis nell’eptathlon dopo il titolo conquistato a Lana nel 2017. La 22enne della Cremona Sportiva Atl. Arvedi completa le sette fatiche con 5322 punti: nella seconda giornata ha fatturato 5,12 (0.0) nel lungo, 38,39 nel giavellotto e 2:20.45 negli 800 conclusivi, con primo posto sul traguardo. Sul podio insieme a lei sono salite Federica Palumbo (US Sangiorgese), 5229 punti, ed Enrica Cipolloni (Fiamme Oro), 5097.

4x100 = CARABINIERI E RICCARDI - La squadra dei Carabinieri può contare su tre azzurre della velocità come la quattrocentista Maria Enrica Spacca, Gloria Hooper e Anna Bongiorni. Con Giulia Latini in quarta frazione, il gioco è fatto e il quartetto fa il vuoto in 44.91 sull'Atl.

Brescia 1950 ISPA Group (45.83) della tricolore Herrera e sulle milanesi della Bracco Atletica (46.42). Massimiliano Ferraro, Federico Cattaneo, Marco Martini e Wanderson Polanco fanno invece arrivare davanti a tutti il testimone dell'Atletica Riccardi 1946: 40.39 il crono vincente del team milanese. Battuti SEF Virtus Emilsider Bologna (40.95) e La Fratellanza 1874 Modena (41.01).

LE ALTRE FINALI - Nel giavellotto il quarto titolo della carriera (2 invernali e 2 estivi) di Mauro Fraresso arriva grazie ad una spallata di 76,16. La leadership del 25enne veneto delle Fiamme Gialle non è mai in discussione e così a spartirsi gli altri due gradini del podio sono Antonio Fent (Carabinieri) 74,17 e l'azzurro Roberto Bertolini (Fiamme Oro) 73,25. Il martello donne vede la conferma di Sara Fantini (Carabinieri), ampiamente oltre il resto della concorrenza con 63,72.Sui 5000 metri degli uomini bel confronto tra Marouan Razine e un ritrovato Pietro Riva. Alla fine ha la meglio "Mario", come si fa chiamare da sempre il 27enne dell'Esercito, che in 14:04.31 precede il 21enne piemontese delle Fiamme Oro (14:05.29), seguito dal tricolore dei 10km su strada Marco Salami (Esercito) 14:08.28.

LE QUALIFICAZIONI

400HS: SI FANNO AVANTI FOLORUNSO E BENCOSME - La campionessa europea U23 Ayomide Folorunso (Fiamme Oro) con 57.28 mette a segno il miglior crono del primo round. Nell'altra, la primatista italiana Yadis Pedroso (Aeronautica) si limita a controllare in 59.92 cedendo anche la prima posizione in dirittura d'arrivo alla veneta Rebecca Sartori (GA Bassano), 59.89. Niente sorprese nemmeno al maschile: promossi senza problemi tutti i favoriti per il podio. I più veloci sono nell'ordine Josè Bencosme (Fiamme Gialle) 50.71 ed Eusebio Haliti (Esercito) 51.36 in prima batteria, mentre il campione uscente Lorenzo Vergani (CUS Pro Patria Milano) regola facilmente la concorrenza in 52.22. Nella terza, invece, è Mattia Contini (Aeronautica) ad imporsi in 51.82.

GIAVELLOTTO: VISCA 54,64 IN QUALIFICAZIONE - L'argento europeo junior Carolina Visca (Fiamme Gialle) lancia senza indugi in qualificazione e il suo giavellotto si piazza a 54,64 nel prato dello Stadio Adriatico. Dietro di lei, 49,64 per la piemontese Sara Zabarino (ACSI Italia Atletica), come la Visca finalista ai Mondiali U20 di Tampere. Domani, ore 18.25, la finale. 13 uomini in gara e finale diretta, domani ore 15.15, per i martellisti. Nell'asta i novi posti per la finale spaziano dai 3,80 (misura superata da sei atlete) a 3,60 (promosse in tre) a cui domani alle 16.35 si aggiungeranno anche Roberta Bruni, Sonia Malavisi ed Elisa Molinarolo. Sulla pedana del triplo uomini, i migliori hop-step-jump della mattinata portano i nomi di Daniele Cavazzani (Studentesca Milardi Rieti) 15,87 (-0.5), Tobia Bocchi (Carabinieri) 15,62 (+0.2) e Simone Contaldo (Atl. Firenze Marathon) 15,59 (-0.4) con l'argento europeo under 20 Andrea Dallavalle (Fiamme Gialle) atterrato a 15,51 (-0.5). Domani alle 18.10 la finale in cui è atteso anche il bronzo olimpico 2012 Fabrizio Donato. Al femminile 12,48 (-0.8) per Jasmine Al Omari (Firenze Marathon) sulla big azzurra Simona La Mantia (Fiamme Gialle) 12,46 (-1.0). Federico Apolloni (Aeronautica) centra, invece, la migliore misura di qualificazione nel disco con 55,68 (domani ore 16.45 la finale).

DECATHLON: OUT CAIROLI - "Il mio tendine ha deciso per me. Troppo male alla caviglia, meglio non rischiare". Ecco le parole dell'azzurro Simone Cairoli, costretto a rinunciare ad avventurarsi nella seconda giornata del decathlon.

DOMANI - Domani la terza e conclusiva giornata della rassegna tricolore con in gara i big azzurri Gianmarco Tamberi ed Elena Vallortigara nell'alto, oltre al capitano Fabrizio Donato nel triplo e il suo allievo Andrew Howe nei 200 metri. Da assegnare altri 19 titoli e la Coppa Italia che al momento vede al comando gli uomini delle Fiamme Gialle e le donne dell'Esercito.

VIDEO | 100: INTERVISTA A MARCELL JACOBS, ROBERTO RIGALI E FAUSTO DESALU

VIDEO | RAPHAELA LUKUDO DOPO IL TRICOLORE NEI 400 CON IL PERSONALE IN 52.38

VIDEO | L'EMOZIONE DI JOHANELIS HERRERA, CAMPIONESSA ITALIANA DEI 100 METRI

VIDEO | LE PAROLE DI NADIA BATTOCLETTI, AL SUO PRIMO TITOLO ITALIANO ASSOLUTO NEI 5000

I CAMPIONI ITALIANI ASSOLUTI 2018
(Titoli assegnati nelle prime due giornate)
UOMINI:
100m: Marcell Jacobs (Fiamme Oro) 10.24 (+0.1)
400m: Davide Re (Fiamme Gialle) 45.92
800m: Enrico Brazzale (Atl. Vicentina) 1’49”64
5000m: Marouan Razine (Esercito) 14’04”31
110hs: Lorenzo Perini (Aeronautica) 13.57 (+0.4)
marcia 10km: Massimo Stano (Fiamme Oro) 39:19 PB
asta: Claudio Stecchi (Fiamme Gialle) 5,50
lungo: Filippo Randazzo (Fiamme Gialle) 7,76 (0.0)
peso: Sebastiano Bianchetti (Fiamme Oro) 19,39
giavellotto: Mauro Fraresso (Fiamme Gialle) 76,16
4x100m: Atl. Riccardi Milano (Ferraro, Cattaneo, Martini, Polanco Rijo) 40.39
decathlon: Luca Di Tizio 7240 punti

DONNE:
100m: Johanelis Herrera (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) 11.59 (-0.3)
400m: Raphaela Lukudo (Esercito) 52.38 PB
800m: Irene Baldessari (Esercito) 2’02”47 PB
5000m: Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre) 16’15”30 PB
100hs: Luminosa Bogliolo (Cus Genova) 13.21 (+0.4)
marcia 10km: Antonella Palmisano (Fiamme Gialle) 45:15
lungo: Laura Strati (Atl. Vicentina) 6,41 (+1.0)
disco: Valentina Aniballi (Esercito) 56,80
martello: Sara Fantini (Carabinieri) 63,72
4x100m: Carabinieri (Spacca, Hooper, Bongiorni, Latini) 44.91
eptathlon: Sveva Gerevini (Cremona Sportiva Atl. Arvedi) 5322 punti

VIDEO | RIVEDI LA REGISTRAZIONE DELLA SECONDA GIORNATA

 


Davide Re (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: