Atletica TV con i lanci di Fraresso e Fantini

29 Luglio 2020

Il giavellottista: “Nella mia testa è come una stagione normale”. La martellista: “Non mi aspettavo di iniziare così bene”. Ospite anche Nicola Vizzoni. Guarda la puntata

 

Puntata dedicata ai lanci, quella odierna del talk di Atletica TV. A raccontare le belle prestazioni ottenute al meeting di Castiglione della Pescaia sono Sara Fantini (Carabinieri) e Mauro Fraresso (Fiamme Gialle), rispettivamente autori di 70,56 nel martello e di 79,94 nel giavellotto sabato scorso in Toscana. Ospite della puntata anche il tecnico federale dei lanci Nicola Vizzoni, argento olimpico di Sydney 2000 nel martello, per sottolineare il momento frizzante che sta attraversando il settore: “I ragazzi avevano tanta voglia di lanciare - spiega Vizzoni - a causa del Covid-19 i campionati italiani invernali sono stati i primissimi a essere stati annullati, così come la Coppa Europa, che aspettavamo tanto per concretizzare il lavoro dell’inverno. A Castiglione quindi si sono visti buoni risultati e ora stiamo proseguendo il lavoro in raduno, prima di un nuovo test nel fine settimana a Livorno, sabato pomeriggio”. 

Evento a quale dovrebbe partecipare anche l’emiliana di Fidenza (Parma) Sara Fantini che su quella pedana aveva trovato il primato personale e il primo over 70 della carriera nella passata stagione, battuto proprio sabato scorso: “Non ci aspettavamo di iniziare così bene in un’annata difficile per tutti - commenta -. Pian piano, nei mesi scorsi, gli obiettivi sono rimasti sempre di meno, ma l’abbiamo presa con filosofia e abbiamo deciso che volevamo divertirci. A Castiglione è stata una gara stupenda: siamo riusciti a congiungere tutto e adesso ho tanta voglia di lanciare e di fare ancora meglio. Il 2020 è fatto apposta per imparare qualcosa: migliorare la tecnica, sempre in vista di quel sogno chiamato Olimpiadi. Obiettivo Assoluti di Padova, è quella la mia gara clou. Ma fino ad allora vorremmo cercare di gareggiare il più possibile, quindi c’è l’ipotesi di sabato a Livorno e poi il weekend successivo a Udine, per cercare di perfezionare alcuni dettagli che riesci a curare soltanto in gara”.

Il trevigiano Mauro Fraresso, insieme a Roberto Bertolini (Fiamme Oro, 79,78) ha alimentato un inedito confronto sulle soglie degli ottanta metri, mai visto nella stessa gara con due azzurri. “Sono bravo nel primo lancio, poi ho un calo di tensione in tutti gli altri - osserva Fraresso -. Nei primi turni, infatti, con Roberto ci siamo ‘scannati’. Da casa, chi ha visto le gare su Atletica TV, mi ha chiesto perché ridessimo tanto in pedana: era per una scommessa che abbiamo fatto negli ultimi due lanci. Ci siamo giocati una birra, che berremo nella prossima occasione. L’ho vinta io!”. Anche per il giavellottista la necessità di ricalibrare gli obiettivi dell’anno: “Nel mio piccolo ho cercato di mantenere la stagione la più normale possibile. Sicuramente sugli Assoluti di Padova ci sono aspettative alte e vedremo di riuscire a conservare il bel ‘flow’ delle prime due gare. Stiamo ragionando sui prossimi appuntamenti, l’idea era una trasferta all’estero intorno a Ferragosto: devi prendere l’aereo, hai avversari più forti e si innescano meccanismi diversi rispetto a gareggiare in Italia”.

VIDEO | LA PUNTATA CON FANTINI, FRARESSO E VIZZONI

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate