Carsolina: tripletta Neka Crippa, ok Merlo

21 Novembre 2021

A Sgonico (Trieste), nell’ultima prova indicativa per gli Europei di cross, esordio stagionale vincente del trentino già primo nel 2018 e 2019. Dietro alla slovena Lukan, secondo posto al femminile della piemontese

 

Arrivano gli ultimi verdetti per la corsa campestre nel Carsolina Cross di Sgonico (Trieste), a tre settimane dagli Europei del 12 dicembre a Dublino. Tra gli uomini il protagonista è Nekagenet Crippa (Esercito) che al debutto stagionale conquista il suo terzo successo consecutivo in questa manifestazione dopo quelli del 2018 e 2019. Nella gara femminile invece fa il bis la slovena Klara Lukan davanti a Martina Merlo (Aeronautica), seconda al traguardo. Per il mezzofondista trentino, fratello del pluriprimatista italiano Yeman, la tripletta si concretizza con l’attacco alla fine del penultimo giro che lo porta a chiudere in 28:45 sui 10 chilometri lasciandosi alle spalle due atleti keniani, Rodgers Maiyo (28:52) e Edwin Kibet Kiptoo (28:57), entrambi della Podistica Torino. Al quarto posto si fa notare il 21enne brianzolo Luca Alfieri (Pbm Bovisio Masciago, 29:06) che precede Ahmed Ouhda (Atl. Casone Noceto, 29:17) e l’altra promessa Samuele Della Pietra (Trieste Atletica, 29:18). Buon esordio anche dell’azzurra Merlo che percorre i 7 chilometri in 22:45 nella prova dominata dalla giovane slovena Lukan (22:04), già vincitrice nel 2019, e supera la keniana Veronicah Njeri Maina (Gs Il Fiorino), terza in 22:53. Nel finale per il quarto posto emerge la ventenne Ludovica Cavalli (Aeronautica, 22:57) sorpassando Federica Zanne (Esercito, 23:05) e Nicole Reina (Cus Pro Patria Milano, 23:10). Il cross corto di 2 km, utile per selezionare gli azzurri della staffetta mista, vede l’affermazione di Mohad Abdikadar (Aeronautica, 5:05) e tra le donne ancora di Micol Majori (Pro Sesto, 6:00). Nelle gare giovanili si conferma Ilaria Bruno (Atl. Brugnera Friulintagli, 12:57 nei 4 km) che completa il tris nei cross di novembre seguita da Giulia Marangon (Atl. Vicentina), mentre si decide in volata la sfida under 20 maschile con il successo in rimonta di Elia Mattio (Podistica Valle Varaita, 6 km in 17:41) su Massimiliano Berti (Valchiese) nell’edizione numero 46 dell’evento triestino, che tra pochi mesi ospiterà la Festa del Cross (12-13 marzo) in cui saranno assegnati tutti i titoli italiani di specialità.

UOMINI - Parte di nuovo con il piede giusto la stagione sui prati di Nekagenet Crippa, per la terza volta padrone del Carsolina Cross: come nel 2018 e 2019, mentre l’anno scorso la gara non si è disputata a causa della pandemia. Al terzo dei quattro giri, nel tratto in salita, il trentino riacciuffa la coppia di keniani composta da Rodgers Maiyo e Edwin Kibet Kiptoo, che si era lanciata in fuga. E quando sta per iniziare l’ultima tornata, prende l’iniziativa “Neka” dimostrando di essere sulla buona strada in vista dei prossimi Europei, applaudito dai tanti amici di Trieste dove aveva costruito il rilancio della sua carriera prima del trasferimento a Modena. Dietro ai primi tre, è bagarre sino al traguardo con il brillante rush conclusivo del giovane lombardo Luca Alfieri per avere la meglio su Ahmed Ouhda, compagno di allenamento del vincitore, e sul friulano classe 2000 Samuele Della Pietra, portacolori della Trieste Atletica, società organizzatrice dell’evento. Finisce settimo Yassin Bouih (Fiamme Gialle, 29:22), dopo aver corso a lungo in quarta posizione, davanti a tre under 23: Marco Fontana Granotto (Expandia Atl. Insieme Verona, 29:23), Francesco Guerra (Gp Parco Alpi Apuane, 29:25) e Abderrazzak Gasmi (Toscana Atl. Futura, 29:25), quindi Michele Fontana (Aeronautica, 29:27) e Sergiy Polikarpenko (Carabinieri), che aveva fatto parte del quartetto di inseguitori con Alfieri, Ouhda e Della Pietra.

DONNE - Si ripete la vincitrice dell’ultima edizione, anche al femminile. È la 21enne Klara Lukan, che si fa largo al secondo giro e poi aumenta il vantaggio per un assolo che la porta ad avere oltre mezzo minuto di margine sulle avversarie. La slovena, più volte rivale di Nadia Battocletti nelle manifestazioni internazionali, potrebbe essere ancora la principale sfidante dell’azzurra ai prossimi Europei nella categoria under 23. Intanto si comporta bene Martina Merlo, alla sua prima uscita stagionale, con una gara in progressione sul percorso disegnato all’interno dell’aerocampo di Prosecco. Nel penultimo giro la torinese, campionessa italiana dei 3000 siepi e tricolore di cross nel 2018, raggiunge e supera le due atlete che tallonavano la battistrada: la keniana Veronicah Njeri Maina, terza, e Nicole Reina, autrice di una prova coraggiosa ma sesta all’arrivo. Può sorridere la genovese Ludovica Cavalli, decisamente in crescita rispetto alla prova di Osimo, che coglie la quarta posizione recuperando anche su Federica Zanne. Nel match tra le under 23 c’è il settimo posto assoluto di Michela Moretton (Atl. Ponzano, 23:17) davanti a Sara Nestola (Calcestruzzi Corradini Excelsior Rubiera, 23:26), Michela Cesarò (Carabinieri, 23:39) e Gaia Colli (Atl. Valle Brembana, 23:39), mentre alle soglie della top ten chiudono Sara Galimberti (Bracco Atletica, 23:50) e la promessa Linda Palumbo (Südtirol Team Club, 24:02).

CROSS CORTO - Nella gara più breve, in un giro unico di due chilometri, lo sprint di Mohad Abdikadar (Aeronautica, 5:05) vale il successo in rimonta su Pietro Riva (Fiamme Oro, 5:09), all’attacco come nello scorso weekend e ripreso nel rettilineo finale. Terzo il ventenne Marco Ranucci (Studentesca Milardi Rieti, 5:12) a precedere Mattia Padovani (Atl. Lecco Colombo Costruzioni, 5:14) e Giovanni Filippi (Us Rogno, 5:20). Al femminile doppietta di Micol Majori: dopo aver vinto a Osimo, la milanese della Pro Sesto festeggia anche stavolta con il tempo di 6:00. Per il podio di giornata Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata, 6:03) e Sveva Fascetti (Fiamme Gialle Simoni, 6:06) riescono a scavalcare Joyce Mattagliano (Esercito, 6:07) che corre al comando, ma negli ultimi metri cede e si sbilancia per finire a terra, prima di rialzarsi chiudendo al passo davanti alla rientrante Giulia Viola (Atl-Etica San Vendemiano, 6:13).

UNDER 20 - Tre su tre per Ilaria Bruno (Atl. Brugnera Friulintagli). La campionessa italiana juniores esulta per il terzo weekend di fila, dopo aver già conquistato le precedenti prove di Levico Terme e Osimo. Nel secondo e ultimo giro la friulana allunga in salita e chiude nei 4 km in 12:57 per staccare Giulia Marangon (Atl. Vicentina, 13:14), di nuovo seconda come domenica scorsa, e la 18enne Agnese Carcano (Atl. Verona Pindemonte, 13:20), tricolore allieve delle siepi nella passata stagione. Ai piedi del podio Luna Giovanetti (Atl. Valle di Cembra, 13:23), Arianna Reniero (Atl. Stronese Nuova Nordaffari, 13:26) ed Emma Casati (Atl. Piacenza, 13:31). Sviluppo diverso invece al maschile tra gli under 20 con un arrivo quasi al fotofinish e la vittoria di Elia Mattio (Podistica Valle Varaita, 17:41 nei 6 km), già terzo al Valmusone. Il piemontese, che quest’anno si è aggiudicato il titolo di categoria nella corsa in montagna, beffa proprio sulla linea d’arrivo il trentino Massimiliano Berti (Valchiese, 17:41), in testa per gran parte della gara. Al terzo posto Konjoneh Maggi (Atl. Lecco Colombo Costruzioni, 17:45), leader in Valsugana due settimane fa, poi quarto Nicolò Cornali (Atl. Reggio, 17:47) seguito dagli allievi Stefano Benzoni (Pool Atl. Alta Valseriana, 17:51) e Francesco Ropelato (Us Quercia Trentingrana, 17:57).

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 XLVII^ Carsolina Cross