College del Mezzofondo: tre nuovi ingressi

31 Ottobre 2018

Nel progetto che unisce attività agonistica e preparazione universitaria, a Varese, le matricole di quest’anno sono Pietro Arese, Federica Cortesi e Giovanni Gatto, per un totale di 9 atleti


 

Prosegue l’attività del College del Mezzofondo a Varese, con tre nuovi ammessi. Lo speciale protocollo siglato tra Università degli Studi dell’Insubria, Cus Insubria e FIDAL è dedicato agli specialisti della corsa di resistenza, per permettere agli atleti di interesse nazionale di coniugare studio e sport ai massimi livelli grazie a un programma di agevolazioni pensato ad hoc per gli studenti. Le matricole di questa stagione hanno tutte indossato la maglia azzurra ai Mondiali under 20 della scorsa estate: il piemontese Pietro Arese, campione italiano juniores di cross, 3000 siepi e 1500 metri, che frequenta il corso di ingegneria per la sicurezza del lavoro e dell’ambiente come la lombarda Federica Cortesi, semifinalista negli 800 metri alla rassegna iridata giovanile di Tampere, mentre il veneto Giovanni Gatto, brillante sesto nella finale mondiale under 20 sui 3000 siepi, è iscritto al primo anno di giurisprudenza.

Sono invece sei le riconferme: Elisa Cherubini che studia infermieristica, Ademe Cuneo iscritto a scienze motorie come Federico Maione e Chiara Spagnoli, poi Viola Taietti (medicina e chirurgia) e Giorgia Valetti (biotecnologie). Il programma prevede che gli atleti iscritti al College possano godere di agevolazioni economiche e l’Ateneo si impegna a seguirli nello svolgimento dell’attività didattica, anche con tutorato individuale, e a facilitare la frequenza ai corsi, alle esercitazioni e lo svolgimento degli esami. “Il bando per accedere al College per questo anno accademico ha visto numerose candidature - commenta soddisfatto il tecnico responsabile del progetto Silvano Danzi - e di alta qualità, tanto che per la prima volta non siamo riusciti ad accontentare le richieste di due atleti della Nazionale, e anche dal punto di vista del rendimento scolastico il livello è in crescita, come dimostrano i voti ottenuti alla maturità dai nuovi entrati. Adesso siamo a nove atleti nel College, mai così tanti. L’idea, portata avanti in collaborazione con Emanuele Calveri, è di creare le migliori condizioni per continuare a studiare e allenarsi: la situazione logistica degli alloggi è ottimale, i ragazzi condividono gli stessi ritmi di vita e formano un gruppo, pur rimanendo legati alle proprie società di origine, a cui sta iniziando ad aggregarsi anche chi non fa parte del College in modo diretto”.

La convenzione siglata nel 2013 e rinnovata nel giugno 2018 ha confermato gli impegni reciproci precedenti e ha introdotto un piano sanitario particolare e molto articolato che si muove lungo tre linee guida per la salute degli studenti-atleti: prevenzione, valutazione e cura. “A novembre arriveranno al traguardo della laurea Chiara Spagnoli e Alice Cocco - sottolinea il rettore uscente, il professor Alberto Coen Porisini - e così i laureati Insubria del College di Mezzofondo dalla sua istituzione saliranno a sette. Obiettivo centrato per finalità del College, ossia permettere agli atleti di conciliare agonismo e studi universitari. Per restare nel programma del College, infatti, gli studenti oltre ai risultati sportivi devono mantenere requisiti di merito negli studi”.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: