Cross: in Svizzera per le lauree Mondiali

06 Aprile 2018

A San Gallo, sabato 7 aprile, la rassegna iridata universitaria di corsa campestre con 11 azzurri, dopo la rinuncia di Polikarpenko. In gara la campionessa italiana Merlo e la siepista Bertoni.


 

La stagione della corsa campestre si chiude con un appuntamento internazionale. Sabato 7 aprile a San Gallo, in Svizzera, è il giorno dei Campionati Mondiali Universitari di cross. Alla ventunesima edizione della rassegna iridata, attesi in gara 11 azzurri: 5 uomini e 6 donne. Nel team maschile non sarà presente il vicecampione europeo under 20 dei 10.000 metri Sergiy Polikarpenko (Cus Torino), inizialmente convocato, che all’ultimo momento ha dovuto rinunciare a causa del riacutizzarsi di un problema fisico. Per le classifiche a squadre conteranno in ogni caso i piazzamenti dei migliori quattro atleti.

L’Italia al femminile, due anni fa a Cassino, ha conquistato la medaglia di bronzo e anche stavolta punta a ben figurare. Saranno al via le prime due nella recente Festa del Cross di Gubbio: la torinese Martina Merlo (Aeronautica), campionessa italiana assoluta, e Francesca Bertoni (La Fratellanza 1874 Modena), che ha partecipato nella scorsa stagione ai Mondiali di Londra sui 3000 siepi, l’unica del sestetto del 2016 a tornare in questo evento. Poi la 19enne veronese Francesca Tommasi (Esercito), tricolore promesse e quarta assoluta alla rassegna nazionale dopo aver vinto l’argento europeo under 20 a squadre. Una formazione compatta che schiera inoltre Federica Zanne (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), campionessa italiana under 23 dei 3000 indoor, Chiara Casolari (La Fratellanza 1874 Modena), che ha debuttato in Nazionale nella staffetta agli ultimi Europei di cross, e Mara Ghidini (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), azzurra tra le U23 alla manifestazione continentale.

Tra gli uomini ai nastri di partenza Simone Colombini (La Fratellanza 1874 Modena) che come Bertoni e Casolari è di Pavullo nel Frignano, quarto alla rassegna tricolore assoluta e secondo nella categoria promesse, insieme al 23enne bergamasco Pietro Sonzogni (Atl. Valle Brembana), tredicesimo a Gubbio, ex calciatore e figlio d’arte visto che la mamma Nives Carobbio è campionessa mondiale master W50 di corsa in montagna. Saranno affiancati dal ligure Andrea Ghia (Cus Genova), dal piemontese Alessandro Boschis (Atl. Giò 22 Rivera) e da Matteo Borgnolo (Pro Sesto Atletica), 21enne di Castelletto Ticino (Novara). La cerimonia di apertura è in programma venerdì sera all’Università di San Gallo con inizio alle 19.00, poi sabato si correrà per un totale di circa 10 chilometri (sei giri del circuito) in entrambe le gare: quella femminile scatterà alle ore 12.30 mentre gli uomini partiranno alle 14.00.

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- Il sito della manifestazione


Condividi con
Seguici su: