Da Roma '60 a Caorle: Rado ancora record

13 Settembre 2019

L’azzurro che fu settimo ai Giochi della capitale incrementa il limite mondiale M85 del disco con 35,92 e agli Europei Master vince anche nel pentathlon lanci. A Eraclea, primato continentale di Baggia nei 5000 M85


 

di Luca Cassai

Nel day 8 dei Campionati Europei Master, in provincia di Venezia, l’impresa porta la firma di Carmelo Rado. Sulla pedana del disco, a Caorle, migliora il suo primato mondiale M85 con 35,92 durante il pentathlon lanci. Un progresso di quasi un metro, rispetto al limite che aveva realizzato nella scorsa stagione a Modena, portandolo a 35,09. L’acuto arriva nella terza delle cinque gare in programma durante la stessa giornata, nella prova multipla in cui si aggiudica l’oro con 5193 punti.

È anche la quarta vittoria in questa edizione dopo i titoli conquistati nel martello, poi nel martello con maniglia corta e nel disco dall’inossidabile azzurro, settimo ai Giochi Olimpici di Roma ’60, che non ha mai lasciato l’attività agonistica. Il lanciatore dell’Olimpia Amatori Rimini mette a segno questi parziali: 36,42 nel martello, 10,05 nel peso, quindi il primato mondiale nel disco proseguendo con giavellotto (22,85) e martello con maniglia corta (14,98). Nato nel 1933 a Oderzo, in Veneto, e cresciuto a Biella, ha poi vissuto in Sudafrica e a San Donato Milanese, prima di stabilirsi a Calusco d’Adda (Bergamo).

A Eraclea, sui 5000 metri, ancora un record europeo sempre tra gli M85 di Bruno Baggia (Atl. Valli di Non e Sole). Il mezzofondista trentino in 24:50.08 riesce a togliere il primato per poco più di un secondo a un big italiano come Luciano Acquarone (24:51.33 nel 2015) e coglie il suo terzo oro della rassegna, ma anche il secondo limite continentale che si somma a quello dei 1500 metri. Nella gara M50 trionfa Said Boudalia (Cagliari Marathon Club), marocchino di nascita ma ormai italiano a tutti gli effetti e residente a Quero Vas, nel Bellunese, in 14:59.70 a soli sette secondi dal primato mondiale. Tra le donne Claudia Pinna (Cus Cagliari), più volte azzurra e tricolore assoluta, si prende il successo W40 con 17:35.59. Due urrà italiani a Jesolo anche negli 800 metri, per merito di Alessandro Bianchi (M45, La Fratellanza 1874 Modena) e Rosanna Barbi Lanziner (W60, Südtirol Team Club) che fa il bis del titolo sui 1500, e nell’asta femminile, vinta da Giorgia Vian (W35, N. Atl. Fanfulla Lodigiana) e Barbara Capellini (W40, Atl. Endas Cesena), oltre a quello nel lungo M100 di Giuseppe Ottaviani (Gs Atl. Effebi Fossombrone). A due giornate dalla fine, Italia a quota 82 ori, 74 argenti e 70 bronzi.

MEDAGLIE ITALIANE - OTTAVA GIORNATA
ORO (9)
800 M45: Alessandro Bianchi (La Fratellanza 1874 Modena) 2:04.26
5000 M50: Said Boudalia (Cagliari Marathon Club) 14:59.70
5000 M85: Bruno Baggia (Atl. Valli di Non e Sole) 24:50.08 record europeo
Pentathlon lanci M85: Carmelo Rado (Olimpia Amatori Rimini) 5193
Lungo M100: Giuseppe Ottaviani (Gs Atl. Effebi Fossombrone) 0,65 (+1.3)
Asta W35: Giorgia Vian (N. Atl. Fanfulla Lodigiana) 3,80
5000 W40: Claudia Pinna (Cus Cagliari) 17:35.59
Asta W40: Barbara Capellini (Atl. Endas Cesena) 3,15
800 W60: Rosanna Barbi Lanziner (Südtirol Team Club) 2:44.77

ARGENTO (13)
800 M65: Rinaldo Gadaldi (Atl. Virtus Castenedolo) 2:25.14
5000 M65: Luciano Moser (Atl. Clarina Trentino) 19:17.00
800 M70: Rudolf Frei (Sportclub Merano) 2:33.44
5000 M75: Giovanni Melis (Cagliari Atl. Leggera) 22:32.76
5000 M80: Giacomo Moleri (Atl. Treviglio) 24:59.10
800 M85: Sauro Ballardini (Gpa Lughesina) 5:41.23
Lungo M85: Aldo Zorzi (Sportclub Merano) 2,62 (+0.3)
Asta W35: Gloria Gazzotti (Atl. Reggio) 3,65
5000 W40: Francesca Durante (N. Atl. Fanfulla Lodigiana) 17:39.40
800 W45: Simona Prunea (Gs Orecchiella Garfagnana) 2:26.19
Asta W45: Gioia Ferrari (Assi Giglio Rosso Firenze) 3,20
800 W50: Barbara Martinelli (Us San Vittore Olona 1906) 2:25.67
Alto W80: Giulia Perugini (Sef Macerata) 0,85

BRONZO (11)
800 M35: Massimo Furcas (Atl. Mogliano) 1:57.87
800 M55: Giuseppe Ugolini (Olimpia Amatori Rimini) 2:10.42
800 M60: Alfredo Bonetti (Atl. Biotekna Marcon) 2:16.05
5000 M65: Aris Giordani (Atl. Castenaso Celtic Druid) 19:27.95
800 M70: Konrad Geiser (Sportclub Merano) 2:34.57
800 M80: Francesco Paderno (Amatori Masters Novara) 3:23.66
5000 M80: Oscar Iacoboni (Euroatletica 2002) 27:16.69
5000 M85: Alberto Peruzzo (Atl. Ambrosiana) 46:56.44
800 W45: Lara Gualtieri (Atl. 85 Faenza) 2:27.95
800 W50: Cristina Gallì (Atl. Virtus Castenedolo) 2:26.94
5000 W70: Liviana Piccolo (Expandia Atl. Insieme Verona) 25:39.19

(ha collaborato Mauro Ferraro/FIDAL Veneto)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results
- Medagliere italiano
- Il sito della manifestazione


Condividi con
Seguici su: