Festa del Cross, Trieste e Milano staffette tricolori

10 Marzo 2018

Due conferme nella prima giornata della rassegna di corsa campestre a Gubbio: secondo titolo di fila per Trieste Atletica, terzo trionfo consecutivo per il Cus Pro Patria al femminile


 

Terzo titolo italiano consecutivo del Cus Pro Patria Milano tra le donne, il secondo di fila per la Trieste Atletica al maschile. Primi verdetti da Gubbio nella prima giornata della Festa del CrossAl femminile, il Cus Pro Patria Milano (Eleonora Germani, Carlotta Missaglia, Nicole Reina, Elena Romagnolo) batte l'Alta Valseriana e l'Acsi Italia Atletica. Al maschile, si confermano campioni i triestini con Fabio Vicig, Pietro Spadaro, Jacopo De Marchi e Patrick Nasti, autore di una super volata finale contro Matteo Spanu della Malignani Libertas. Terzi tra gli uomini i romani dell'Atletica Futura.

La prima giornata dei Tricolori di corsa campestre sui prati che circondano l’antico Teatro Romano di Gubbio ha assegnato 18 titoli (2 staffette assolute e 16 master), mentre sono 21 quelli in palio domani a partire dalle 9.45 (10 individuali, 8 per società, per rappresentative regionali cadetti) per un totale di 39 titoli italiani. In gara 2300 iscritti di 297 società (2457 atleti-gara) e 21 rappresentative regionali cadetti. Alle 18:30 saranno proprio i cadetti a sfilare nel Teatro Romano per la cerimonia d'apertura: testimonial il campione europeo under 23 dei 3000 siepi Yohanes Chiappinelli. In palio anche il diritto di partecipazione alla Coppa Europa per club, che spetta alle squadre vincitrici del tricolore seniores-promesse.

DIRETTA STREAMING E TV - La Festa del Cross di Gubbio sarà trasmessa in diretta video streaming su atletica.tv nelle due giornate di sabato 10 e domenica 11 marzo. Una sintesi tv andrà in onda su RaiSport martedì 13 marzo dalle ore 19.20 alle 20.45.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

RISULTATI/Results - ISCRITTI/EntriesORARIO/TimetableTUTTE LE NOTIZIE/News

STAFFETTA DONNE - L’azione decisiva è il sorpasso di Nicole Reina intorno a metà del terzo giro sulla frazionista della Malignani Libertas Lia Visintin, fino a quel momento alla testa del gruppo. Dopo una partenza più controllata, il Cus Pro Patria Milano cambia passo e recupera posizioni, dalla nona del primo giro (frazionista Eleonora Germani), alla terza del secondo (con Carlotta Missaglia). Quando scatta il suo turno, la Reina si lancia alla rimonta delle friulane e mette nel mirino il terzo titolo italiano consecutivo della staffetta allenata da Giorgio Rondelli. Con una decina di secondi di vantaggio la ventenne di origine ucraina, plurititolata nelle categorie giovanili, innesca Elena Romagnolo, la piemontese due volte finalista olimpica, alla prima stagione con il Cus Pro Patria dopo l'uscita dall'Esercito. Non le resta che gestire il vantaggio prima di portare al cielo gli immancabili guanti arcobaleno e festeggiare con il tempo finale di 28:31. Amore di mamma: ad attenderla dopo il traguardo c'è la piccola Carlotta, data alla luce due anni fa. Seconda l’Alta Valseriana di Giorgia Faccanoni, Lucrezia Bratelli, Erica Schiavi e Sara Nadir (28:58), terza l’Acsi Italia Atletica che si era messa in evidenza nella prima metà: Benedetta Antonelli, Bianca Viani, Angelica Apuzzo e Marta Castelli (29:06). In gara anche l’esperta Silvia Weissteiner, ottava con la sua Sterzing Volksbank.

STAFFETTA UOMINI - Quest’anno nel motore della Trieste Atletica c’era un Patrick Nasti in più. L’esperienza dell’ex Fiamme Gialle fa la differenza nel rettilineo finale del circuito di Gubbio: Matteo Spanu della Libertas Malignani lo supera prima di entrare nella retta decisiva, ma Nasti dà fondo a tutte le energie e in un'appassionante volata finale rimette il naso davanti, consegnando al suo club il secondo titolo consecutivo. Tra le 23 staffette al via, la partenza più decisa è quella dell’Atl. Alessandria, avanti nel primo giro. Nel secondo fa l'andatura la Malignani Libertas, poi è Jacopo De Marchi a portare al comando la Trieste Atletica nel terzo giro, prima della frazione finale di Nasti. A completare il quartetto, che chiude in 24:24, Fabio Vicig e Pietro Spadaro. Alle loro spalle in 24:31.0 l'Atl. Malignani Libertas di Giovanni Silli, Davide Zavagno, Agostino Nicosia e Matteo Spanu. A un soffio dal secondo posto l'Atl. Futura Roma che con Giorgio Micheli, Simone Torturo, Luca Zanetti, Claudio Quagliarotti deve accontentarsi del terzo posto a nove decimi dai friulani (24:31.9).

naz.orl.


Trieste Atletica (Foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: