Fiduciari Tecnici: si programma il 2019

26 Novembre 2018

La conferenza dei tecnici regionali a Roma in vista della nuova stagione, con particolare attenzione all’attività giovanile


 

Un momento di confronto, per fare il punto sulla stagione appena trascorsa e programmare quella che sta per iniziare. Si è tenuta nel weekend, sabato 24 novembre nella sede federale a Roma, la conferenza dei fiduciari tecnici regionali. In apertura il presidente FIDAL Alfio Giomi ha ribadito il sostegno all’attività tecnica svolta a livello regionale, che avrà un ulteriore supporto su progetti concordati con la direzione tecnica nazionale. Poi il dibattito ricco di spunti sulla situazione nelle varie regioni: uno scambio di esperienze in modo da individuare i percorsi e le strategie da condividere per gli interventi nel territorio.

Il direttore tecnico Antonio La Torre ha presentato il nuovo modello federale, per illustrare quindi la linea dei corsi di formazione e dei progetti di promozione scolastica. Insieme al capo area tecnica Riccardo Ingallina, presenti i vicedirettori tecnici Roberto Pericoli (settore assoluto e attività di sviluppo) e Antonio Andreozzi (settore giovanile), che ha esposto l’analisi dell’attività nazionale e internazionale dell’ultima stagione e il programma del 2019. Da sottolineare che tutti i fiduciari tecnici regionali, coordinati dal referente Stefano Ruggeri, sono parte integrante dell’attuale modello e perciò su loro richiesta i tecnici della struttura nazionale potranno essere a disposizione per l’attività regionale giovanile. Tra gli altri argomenti trattati, le novità regolamentari come ad esempio l’introduzione del cross corto nei campionati italiani individuali di corsa campestre e lo svolgimento di due gare di mezzofondo nella rassegna tricolore allievi indoor, fino alla proposta di revisione dei minimi di partecipazione per i campionati italiani cadetti.

Notevoli le cifre delle iniziative messe in campo nel corso del 2018 dai Comitati Regionali, con oltre 9600 presenze giornaliere di giovani atleti ai raduni e la prospettiva di un collegamento sempre più stretto tra settore tecnico nazionale e strutture regionali.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it




Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate