Giorgi, nuovo test a Lugano sulla 20 km

14 Marzo 2019

Domenica 17 marzo in azione la marciatrice primatista italiana per un'altra tappa di avvicinamento alla 50 km della Coppa Europa di Alytus e dei Mondiali di Doha: "Mi metto in gioco"


 

Il viaggio verso la 50 km di marcia fa tappa a Lugano per Eleonora Giorgi, impegnata domenica 17 marzo in Svizzera nella 20 km al Lugano Trophy-16° Memorial Mario Albisetti, classica internazionale del tacco a punta. Sulle strade che l’hanno vista vincitrice nella scorsa edizione, con il tempo di 1h30:34 sotto la pioggia, la 29enne primatista italiana delle Fiamme Azzurre marcerà per la seconda uscita stagionale dopo il test sulla 35 km a San Giorgio di Gioiosa Marea a fine gennaio, sempre con il mirino puntato sulla Coppa Europa di Alytus (Lituania, 19 maggio) e sui Mondiali di Doha (27 settembre-6 ottobre), i primi due appuntamenti da “cinquantista”.

VERSO LA 50 KM - “Andrò a Lugano per mettermi in gioco e per un’altra gara-test - spiega la marciatrice allenata da Gianni Perricelli, al rientro sulla distanza dopo gli Europei di Berlino 2018 conclusi con una squalifica - dopo tutti questi ‘lunghi’, la 20 km mi sembra quasi breve. Non so cosa aspettarmi per quanto riguarda il cronometro, voglio comunque un bel ritmo e intanto mi serve per stare in gara, anche se in una distanza più breve rispetto a quella che mi attende negli eventi internazionali. Sulle gambe ho la maratona di marcia dell’allenamento di sabato scorso, con un passo di 5:02 al chilometro: era la seconda volta che la facevo, dopo quella di dicembre, e superare i 40 km aiuta ad avvicinarmi anche mentalmente alla 50 km, per la quale inizieremo la preparazione specifica in aprile”.

SFIDE - Dopo la Svizzera si potrà chiarire anche il programma delle prossime uscite agonistiche: “È tutto da definire, anche sulla base di quanto accadrà a Lugano - informa la Giorgi, primatista italiana con 1h26:17 stabilito nel 2015 a Murcia - probabilmente potrei gareggiare in una 10 km a fine marzo, un’altra 20 km ad aprile e poi la staffetta di marcia uomo-donna sulla pista in cui mi alleno, al XXV Aprile di Milano”. Il percorso di cancellazione della 50 km decretato dalla IAAF l’ha rammaricata ma non le ha fatto perdere d’occhio gli obiettivi: “Io continuo ad allenarmi per la sfida di quest’anno, poi si vedrà, sono sempre pronta a cambiare, e anche la 30 o la 35 km potrebbero piacermi. Certo, c’è un po’ di dispiacere perché è stata rimossa una distanza storica della marcia”. Attesa a Lugano anche Lidia Barcella (Bracco Atletica), mentre per problemi fisici ha dovuto rinunciare la primatista italiana e campionessa nazionale della 50 km Nicole Colombi (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) che rimanda il rientro al 6 aprile a Podebrady. Tra le avversarie della Giorgi, la più quotata è la ceca vicecampionessa europea della 20 km Anezka Drahotova. Al maschile, dopo i festeggiamenti per la laurea magistrale in Scienze Motorie sarà in azione nella 20 km di Lugano anche l’azzurro Matteo Giupponi (Carabinieri), con il compagno di club Stefano Chiesa che proprio nel Canton Ticino un anno fa ha portato il personale a 1h21:46, nella gara che annuncia la presenza dell'argento olimpico di Londra 2012 Erick Barrondo (Guatemala).

Nazareno Orlandi

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- ISCRITTI/Entries


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 GIORGI ELEONORA ANNA