Malonno: Puppi vince in Coppa del Mondo

06 Agosto 2018

Il PizTriVertikal, seconda prova del circuito internazionale di corsa in montagna, applaude il successo dell’azzurro. Nel Fletta Trail, valido per l’Eolo Grand Prix, conquistano la vittoria Maestri e Desco.


 

Fine settimana di respiro internazionale per la corsa in montagna con il 55esimo Memorial Bianchi di Malonno (Brescia). Il PizTrivertikal, gara di chilometro verticale, celebra il successo dell’iridato long distance 2017 Francesco Puppi (Atl. Valle Brembana), leader sui sentieri che tre anni fa lo videro campione italiano assoluto. Nella seconda delle cinque tappe della Coppa del Mondo WMRA (dopo quella austriaca del 15 luglio a Heiligenblut per andare avanti nella svizzera Zinal il 12 agosto, a Bergen il 30 settembre in Germania e nella slovena Smarna Gora il 6 ottobre) in campo femminile vittoria per Andrea Mayr (Austria), migliore specialista del mondo nelle prove di sola salita, con il nuovo record del percorso a 38:11. Si difende molto bene l’azzurra Valentina Belotti (Atl. Alta Valtellina), seconda al traguardo. Nel Fletta Trail 24 ore dopo a imporsi sono il vicecampione europeo Cesare Maestri (Atl. Valli Bergamasche Leffe) e la tricolore assoluta Elisa Desco (Atl. Alta Valtellina): il successo di Maestri arriva dopo aver tenuto a bada la rimonta nel finale di Bernard Dematteis (Corrintime), che si aggiudica la combinata del Memorial Bianchi. La combinata femminile va invece alla giovane britannica Heidi Davies. Entrambe sono inserite nell’EOLO FIDAL Mountain Running and Trail Grand Prix: il PizTriVertikal è la quarta prova della Vertical Cup, il Fletta Trail quarta tappa della Mountain Classic Cup.  

PIZTRIVERTIKAL – Nella gara femminile sui sentieri tra la frazione di Moscio e la malga Campel alle pendici del monte Piz Tri (3,5 km per salire 1000 metri) l’austriaca Andrea Mayr e la camuna Valentina Belotti (Atl. Alta Valtellina) non tardano a lasciare la propria impronta sulla gara. Verso Cap di Landò l’accelerazione decisiva della Mayr, capace di proporre un’azione di corsa anche nella parte conclusiva dove le pendenze sfiorano il 50%. Per lei vittoria e record, un 38:11 che abbassa di oltre 2 minuti il precedente primato e che le sarebbe valso il nono posto nella classifica maschile. Alle sue spalle arriva un’acclamata Valentina Belotti, terza l’irlandese Sarah McCormack davanti all’under 23 gallese Heidi Davies, classe 1998, e ad Elisa Compagnoni (Atl. Alta Valtellina), quinta al termine di una lotta davvero combattuta con la torinese Camilla Magliano (Podistica Torino), soddisfacente sesta al rientro. 

In campo maschile scenario completamente opposto: non un dominatore ma una gara emozionante dall’inizio alla fine. Se ne vanno in quattro: due africani, il leader di coppa Geoffrey Gikuni Ndungu e il sorprendente Thimothy Kimutai Kirui, e con loro Hannes Perkmann (Sportler Team) e Francesco Puppi (Atl. Valle Brembana). Kimutai Kirui attacca poco prima della vetta, ma all’uscita dal tratto di vegetazione che immette sull’anfiteatro naturale degli ultimi 200 metri è Francesco Puppi a piazzare la stoccata distanziando Kimutai Kirui e Perkmann, quarto Ndungu. In quinta piazza il campione d’Europa (ma su percorso “up and down”) Bernard Dematteis (Corrintime). [RISULTATI/Results]

FLETTA TRAIL - Cesare Maestri, soprannominato “cucciolo” in Nazionale ma fresco di laurea magistrale in ingegneria, vuole dimostrare fin dalle prime battute di gara che è la sua giornata. Al passaggio a Nazio il trentino dell’Atletica Valli Bergamasche Leffe è al comando con i keniani Timothy Kimutai Kirui e Geoffrey Gikuni Ndungu. Staccato di 34 secondi è il capitano azzurro Bernard Dematteis (Corrintime) seguito da Stephen Ndege. Il terzetto Maestri-Kirui-Ndungu nella contrada di Landò è avvicinato da Bernard Dematteis che transita a 20 secondi: un punto di svolta arriva nella discesa finale con il campione d’Europa che (da specialista qual è) raggiunge e stacca Kirui e Ndungu per gettarsi all’inseguimento di Maestri. Il trentino però tiene benissimo: il Fletta Trail è suo in 1h28:06 con 44 secondi di margine su Bernard Dematteis (1h28:50). Completa il podio Timothy Kimutai Kirui, terzo come nel PizTriVertikal.

Al femminile la “mamma volante” Elisa Desco, neocampionessa italiana e sul podio del Giir di Mont la settimana scorsa, prende subito il volo e transita alla contrada di Nazio (4 km) in solitaria con un vantaggio di circa 40 secondi sulla keniana Purity Gitonga, reduce dal settimo posto del PizTriVertikal.  All’inseguimento delle due sono Elisa Sortini (Atl. Alta Valtellina) e la giovane promessa britannica Heidi Davies. A Lezza-Narcos in vetta Desco è saldamente in solitaria a condurre la gara mentre Gitonga viene ripresa: passa in seconda posizione il duo Sortini-Davies a un minuto dalla campionessa italiana. Davies a Pra del Bisso conquista la seconda posizione a poco meno di un minuto da Desco. Alle loro spalle si scatena la lotta per il podio con Sortini e l’irlandese Sarah McCormack ad ingaggiare un bel duello. All’arrivo la festa è tutta per Elisa Desco: musica e applausi per l’atleta cuneese che taglia il traguardo accompagnata dal marito Marco De Gasperi e dalle due figlie in 1h47:09. Seconda e oltre le aspettative (a soli 56 secondi dalla vincitrice in 1h48:04) è Heidi Davies. Terzo posto per Elisa Sortini che riesce a battere l’irlandese McCormack per cinque secondi (1h50:08 contro 1h50:13). Purity Gitonga è quinta in 1h51:03. [RISULTATI/Results]

Cesare Rizzi (FIDAL Lombardia)

CLASSIFICHE COMBINATA MEMORIAL BIANCHI (PIZTRIVERTIKAL + FLETTA TRAIL)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: