Master: sfide per club a Gavardo

05 Settembre 2017

Nella manifestazione internazionale “over 35” su pista, vittorie-bis per gli organizzatori dell’Atletica Virtus Castenedolo tra gli uomini e per il Südtirol Team Club al femminile


 

Un appuntamento che si conferma, quello con il “Meeting for European Masters Athletics Teams Garda Lake”. La seconda edizione dell’evento internazionale su pista dedicato ai master si è svolta anche quest’anno a Gavardo (Brescia), con la vittoria delle due società che si erano aggiudicate il successo nella passata stagione e poi lo scudetto tricolore. Al maschile si ripete l’Atletica Virtus Castenedolo, club organizzatore della manifestazione, davanti a La Fratellanza 1874 Modena e Atletica Biotekna Marcon. Tra le donne riesce a fare doppietta il Südtirol Team Club di Bolzano, per avere la meglio nei confronti di Atletica Virtus Castenedolo e Atletica Insieme New Foods Verona nelle classifiche a squadre in base ai piazzamenti ottenuti nelle gare di un programma snello. A livello individuale, tre atlete sopra i mille punti nei 1500 metri con Maria Lorenzoni (Atl. 85 Faenza/SF60) leader in 5:40.58 su Rosa Pattis (6:14.20 fra le SF65) ed Elisabeth Moser (5:25.92 nella categoria SF55), entrambe del Südtirol Team Club, mentre la compagna di squadra Erika Niedermayr (SF55) fa segnare 35.60 (+0.2) sui 200 ostacoli. Per il sodalizio altoatesino, un bottino prezioso arriva dalla lanciatrice Waltraud Mattedi (SF55) che si impone nel peso con 10,59 e nel giavellotto, scagliato a 29,31. Nei 400 metri in azione Emanuela Baggiolini (Cus Cagliari/SF45) per un giro di pista in 1:00.08. Da segnalare poi la partecipazione individuale di atleti stranieri come la 45enne britannica Michelle Thomas, protagonista a livello assoluto (bronzo europeo della 4x400 nel ’98) e battuta di un soffio sui 100 metri da Denise Neumann (Atl. Ambrosiana/SF45), in 13.20 (+0.1) contro 13.21. Ma nel rettilineo dello sprint il miglior punteggio è di Paola Pasini (Atl.

Virtus Castenedolo/SF55) che corre in 14.40 (+0.1), la gemella Patrizia Pasini (SF55) atterra a 4,39 (-0.1) nel lungo e l’altra portacolori del team bresciano Monica Buizza (Atl. Virtus Castenedolo/SF50), campionessa mondiale di categoria, salta 1,41 nell’alto.

Al maschile Paolo Citterio (Daini Carate Brianza) avvicina il suo primato nazionale SM40 dei 200 ostacoli con 26.19 (+0.4), quindi nel peso Tarcisio Venturi (La Fratellanza 1874 Modena/SM65) con 12,13 precede di un solo centimetro Antonio Maino (Atl. Virtus Castenedolo/SM65), che spedisce la palla di ferro a 12,12 con l’ultimo lancio. Nei 100 metri in evidenza Walter Comper (Atl. Virtus Castenedolo/SM50), autore del crono di 11.78 (+0.3), e Giancarlo D’Oro (Atl. Ambrosiana/SM55), impegnato in altra serie con 12.18 (+0.3). Sulla pedana dell’alto 1,53 per Hubert Indra (Südtirol Team Club), in un meeting disturbato dalla pioggia solo per un breve tratto. Gran finale con le staffette e l’Atletica Virtus Castenedolo prevale nella 4x400 maschile grazie alla formazione SM45 composta da Maurizio Astolfi, Claudio Fausti, Pierluigi Acciaccaferri e Walter Comper in 3:48.16. L’attività nazionale “over 35” su pista andrà avanti con la finale del Campionato italiano di società, il 16-17 settembre a Montecassiano (Macerata) dove Atletica Virtus Castenedolo e Südtirol Team Club difenderanno i rispettivi titoli, poi sabato 30 settembre si disputerà la seconda edizione del Trofeo delle Regioni a Salò (Brescia) e nel weekend successivo (7-8 ottobre) il Campionato italiano di pentathlon lanci master a Pistoia.

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su: