Match ad Avila per gli azzurri dei salti

09 Luglio 2018

L’Italia Team con 16 atleti nell’incontro internazionale di martedì 10 luglio per sfidare Spagna e Portogallo. In gara tra gli altri Fassinotti e Trost sulla pedana dell’alto.


 

di Luca Cassai

Salti azzurri ad Avila per un incontro internazionale tutto dedicato alle quattro specialità: alto, asta, lungo e triplo. Martedì 10 luglio l’Italia Team affronta i padroni di casa della Spagna e il Portogallo, oltre a una selezione di atleti cubani presenti a livello individuale. In programma 8 gare, 4 maschili e altrettante femminili, con 16 saltatori per ogni squadra impegnati nella città che è il capoluogo di provincia più in quota della nazione iberica, a 1132 metri sul livello del mare. Nell’alto in pedana Alessia Trost, bronzo mondiale indoor, insieme all’altra finalista olimpica Desirée Rossit mentre al maschile ci sarà Marco Fassinotti con l’argento continentale under 23 Christian Falocchi. Da seguire la gara del lungo con Laura Strati, che torna ad Avila dove nella scorsa stagione è arrivata a 6,72. Nel triplo rientra in azzurro Simona La Mantia, campionessa europea indoor del 2011, a quasi tre anni dall’ultima volta e dopo la maternità. Ma c’è curiosità per la prova dei giovani emergenti, in una trasferta che conta sei matricole. Sarà anche un’occasione per avvicinare gli standard di iscrizione agli Europei di Berlino (6-12 agosto), ormai sempre più alle porte. Tra gli iscritti spiccano nel triplo i nomi della portoghese Patricia Mamona, oro continentale in carica, e della spagnola Ana Peleteiro, bronzo mondiale al coperto. Nell’asta al via il cubano Lazaro Borges, argento iridato nel 2011.

LUNGO - Avila, un anno dopo. Nella scorsa stagione, il 15 luglio sulla pedana della città iberica, la lunghista azzurra Laura Strati è atterrata a 6,72 per diventare la terza italiana di sempre. Ora la 27enne dell’Atletica Vicentina ci torna a pochi giorni dal convincente 6,62 di giovedì sera al meeting di Nembro. Anche stavolta, come ai recenti Giochi del Mediterraneo dove si è piazzata sesta la veneta che da un paio di anni vive nella capitale spagnola Madrid, sarà in gara insieme a Tania Vicenzino: la friulana dell’Esercito, al decimo titolo tricolore con 6,52 nell’ultima rassegna in sala, quest’anno ha all’attivo un 6,44 outdoor.

Tra gli uomini attenzione a Kevin Ojiaku, alla ricerca di un altro balzo verso gli otto metri che ha superato l’anno scorso con un notevole 8,20 e poi sfiorati dal piemontese delle Fiamme Gialle in questa stagione grazie al 7,94 di Savona. Per il compagno di allenamento Gabriele Chilà arriva invece il momento dell’esordio in Nazionale assoluta. Il ventenne calabrese della Studentesca Rieti Milardi è cresciuto fino a 7,82 in occasione dei Campionati del Mediterraneo under 23 a Jesolo.

TRIPLO - Torna in azzurro Simona La Mantia a quasi tre anni di distanza dall’ultima volta, ai Mondiali di Pechino. Adesso la campionessa europea indoor del triplo nel 2011 ha una tifosa in più: la piccola Martina, nata nella primavera del 2017. La palermitana delle Fiamme Gialle, dopo la maternità, è quindi rientrata all’inizio di maggio (13,20). Attesa in gara anche Dariya Derkach, la 25enne dell’Aeronautica che in questa stagione per il momento ha stampato 13,86 nella sabbia di Orvieto. Al maschile entrambi i convocati sono matricole, ma intanto Simone Forte ha raggiunto lo standard di iscrizione per gli Europei di Berlino: 16,73 nella rassegna tricolore di Agropoli per il 22enne romano delle Fiamme Gialle, terzo under 23 italiano di sempre. E anche il 24enne milanese Edoardo Accetta (N. Atl. Fanfulla Lodigiana) ha timbrato il personale con il recente 16,28 di Orvieto.

ALTO - Come nel 2016, quando avevano raggiunto la finale olimpica, si ritrovano insieme in Nazionale le due friulane Alessia Trost e Desirée Rossit. La pordenonese delle Fiamme Gialle, che da un paio di anni si allena ad Ancona, quest’inverno è salita sul podio mondiale: bronzo indoor a Birmingham (1,93). Nella stagione all’aperto ha saltato 1,90 a Stoccolma e poi anche a Buhl, in Germania. Per l’udinese delle Fiamme Oro, dopo il trasferimento a Bergamo dello scorso autunno, alla fine di giugno c’è stato il ritorno a 1,87 nel meeting svedese di Sollentuna. La gara degli uomini vedrà quindi in azione Marco Fassinotti, il secondo italiano di sempre nel salto in alto (2,35 in sala e 2,33 outdoor), ancora in terra iberica dopo il bronzo ai Giochi del Mediterraneo. Il torinese dell’Aeronautica si presenta con un season best di 2,25 ottenuto in Diamond League a Oslo.

Anche il 21enne Christian Falocchi ha già fatto una trasferta spagnola con 2,20 a Madrid, nella serata dello storico record italiano di Filippo Tortu sui 100 metri. In quell’occasione il giovane lombardo, vicecampione europeo under 23 e appena entrato in Fiamme Oro, ha pareggiato il suo secondo risultato all’aperto.

ASTA - Tre astisti su quattro sono al debutto con la maglia della Nazionale assoluta, mentre nella sua carriera ha già collezionato sette “caps” Sonia Malavisi. La 23enne romana delle Fiamme Gialle, azzurra alle Olimpiadi di Rio, dopo un periodo di stop è rientrata nel mese di giugno con 4,36 ad Atene. Sarà in pedana con la campionessa italiana Elisa Molinarolo: l’ex ginnasta veronese, che si allena a Padova e difende i colori dell’Aristide Coin Venezia, durante le indoor si è portata a 4,35. Nella sfida maschile, attesi due giovani in ascesa. Dieci centimetri di progresso nell’ultima uscita agonistica per Alessandro Sinno, il quasi 24enne romano dell’Aeronautica che ha valicato la quota di 5,55 a Foggia il 27 giugno, e il 21enne torinese Matteo Capello (Safatletica Piemonte) si è arrampicato a 5,45 quest’inverno.

NUMERI E CURIOSITA’ - Cinque atleti di nuovo in Spagna dopo la recente esperienza ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona: nell’alto Marco Fassinotti, nel lungo Kevin Ojiaku, Laura Strati e Tania Vicenzino, nel triplo Dariya Derkach. Le matricole di questa trasferta sono invece sei: Matteo Capello, Alessandro Sinno ed Elisa Molinarolo nell’asta, il lunghista Gabriele Chilà e i triplisti Edoardo Accetta e Simone Forte. Per gli azzurri torna dopo 28 anni un incontro internazionale dedicato ai salti: l’ultimo precedente è datato 27 maggio 1990 a Southampton, in Gran Bretagna, contro i padroni di casa e l’Islanda.

PROGRAMMA ORARIO
Avila (Spagna), martedì 10 luglio 2018

16.30 Asta donne
16.35 Lungo uomini
17.00 Alto uomini
18.00 Lungo donne
19.10 Triplo uomini
19.15 Alto donne
19.20 Asta uomini
20.25 Triplo donne

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- ISCRITTI/Entries

Sonia Malavisi (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 INCONTRO INT.LE SALTI