Mezza Praga: Faniel terzo PB in 34 giorni

07 Aprile 2018

L’azzurro firma un altro record personale sui 21,097 chilometri con il decimo posto in 1h02:27 nella capitale della Repubblica Ceca


 

Ancora un record personale di Eyob Faniel. Nella mezza maratona di Praga, il 25enne del Venicemarathon Club si migliora per la terza volta di fila sui 21,097 chilometri in questa stagione con 1h02:27, dieci secondi in meno rispetto al crono di 1h02:37 realizzato il 24 marzo ai Mondiali di Valencia. In quell’occasione il 25enne vicentino era riuscito ad abbassare il precedente limite di 1h02:49 ottenuto il 4 marzo a Parigi. Tre primati consecutivi nell’arco di 34 giorni per l’atleta di origine eritrea allenato da Ruggero Pertile, che nel 2017 ha vinto la maratona di Venezia (2h12:16) e prima di quest’anno aveva 1h03:09 come personal best sulla mezza distanza, corso nell’ultima edizione proprio sulle strade della capitale della Repubblica Ceca. Oggi a Praga finisce al decimo posto, seguito dall’altro azzurro Stefano La Rosa che si piazza dodicesimo in 1h02:57. Il 32enne carabiniere grossetano coglie il quarto tempo della carriera, nella sua prima gara dopo essere progredito in maratona (2h11:08 il 25 febbraio a Siviglia).

BERTONE VICINA AL PB - Al femminile chiude in decima posizione Catherine Bertone (Atl. Sandro Calvesi) con 1h13:51, a una manciata di secondi dal personale. La quasi 46enne valdostana, mamma e medico che lavora nel primo soccorso pediatrico, ha fatto meglio solo nel 2016 a Lugano (1h13:37) mentre nella passata stagione alla maratona di Berlino ha corso in 2h28:34, record mondiale master W45, transitando in 1h14:01 al giro di boa.

MELLY QUARTA ALLTIME - Si conferma molto veloce la Sportisimo Prague Half Marathon, arrivata alla ventesima edizione. Quest’anno soprattutto tra le donne con il successo in 1h05:04 di Joan Chelimo Melly, a soli tredici secondi dal record mondiale in gara mista, diventando così la quarta di sempre nella storia della specialità. La 27enne keniana si era già messa in evidenza nel 2018 con 1h05:37 a Ras al-Khaimah, nel mese di febbraio. Alle sue spalle la connazionale Caroline Chepkoech Kipkirui (1h06:09) e l’etiope Worknesh Degefa (1h08:10). Nella prova maschile, dominio del Kenya che monopolizza i primi nove posti con tre atleti sotto l’ora: Benard Kimeli (59:47) precede Geoffrey Yegon (59:56) e Peter Kwemoi (59:58).

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su: