Milano abbraccia la nuova Arena

11 Ottobre 2020

Sulla pista verde nel capoluogo lombardo, dopo il restyling, prime gare per i cadetti: in azione diversi protagonisti della recente rassegna tricolore

 

Chi ha vinto? L’atletica e la nuova Arena di Milano. Non erano previste classifiche per rappresentative oggi nel Mi-Teen, competizione per selezioni provinciali cadetti. Una suggestiva “prima” alla rinnovata Arena Civica Gianni Brera, che verrà inaugurata ufficialmente dalle autorità giovedì 15 ottobre e che con la manifestazione odierna è stata per la prima volta palcoscenico agonistico con il manto gommoso verde, le quattro pedane per i salti in estensione, la doppia gabbia per disco e martello e la doppia pedana anche per l’asta.

Dodici le formazioni provenienti da Lombardia (Milano, Bergamo, Brescia, Como-Lecco, Cremona, Pavia, Sondrio, Varese), Piemonte (Cuneo, Novara, Vercelli-Biella) e Veneto (Verona) nella sfida organizzata dal Comitato Provinciale FIDAL Milano in collaborazione con il Comitato Regionale FIDAL Lombardia e affrontata, nonostante il cielo grigio e le temperature fresche, con grande vitalità e voglia di confrontarsi in un impianto che quasi tutti i 200 atleti in gara hanno scoperto proprio grazie al Mi-Teen. Ben nove successi nelle singole specialità per Milano, tre le vittorie di Brescia, due per Verona, una a testa per Biella-Vercelli, Cuneo, Sondrio e Varese. Presenti come testimonial tra gli altri i quattrocentisti azzurri Vladimir Aceti e Virginia Troiani, insieme all’ottocentista Gabriele Aquaro.

All’Arena, di fronte tra gli altri al presidente del Comitato Regionale FIDAL Lombardia Gianni Mauri e al suo vice Luca Barzaghi, al consigliere nazionale Sabrina Fraccaroli, al delegato del CONI Milano (già azzurra dello sci alpino) Claudia Giordani e a numerosi presidenti di Comitato Provinciale (compreso ovviamente Paolo Galimberti per Milano padrona di casa), brillano le “stelle” di alcuni campioni d’Italia cadetti a Forlì lo scorso fine settimana. Nel lungo Francesco Ettore Inzoli (Milano/Cus Pro Patria Milano) si limita a un solo salto, il primo, conquistando subito la posta in palio: vittoria con 6,85 (+0.8). Nella gara femminile successo e record personale per Marta Brambilla (Milano/Atl. Gessate): 5,18 (-0.9).

Doppia vittoria con crono significativi tra le barriere: la tricolore Celeste Polzonetti (Milano/Atl. Desio) stampa un 11.86 nonostante il vento a -1.3 e Daniele Lanzini (Sondrio/Centro Olimpia Piateda), terzo a Forlì, scende ancora sotto i 14 secondi (13.94/-1.7). Nel peso cadette prevale la campionessa italiana della specialità Melissa Casiraghi (Milano/Atl. Concorezzo) con 11,41 davanti a Luisa Emovon (Novara/Team Atletico-Mercurio Novara), terza nel disco alla rassegna nazionale, con 10,92 e a Marta Mabellini (Brescia/Virtus Castenedolo), quinta nella gara tricolore di disco, con 9,51. Al maschile nel peso Leonardo Selmani (Milano/Atl.

Bienate Magnago 1980) resta a dieci centimetri dal proprio limite vincendo la gara con 15,75. Nell’alto 1,80 per Luca Brambilla (Milano/Atl. Cernusco) e vittoria veneta tra le ragazze grazie a Valentina Bonanni (Verona/Atl. Verona Pindemonte), che acciuffa la quota decisiva di 1,59 al terzo assalto.

Da circoletto rosso nel giavellotto il 44,11 di Annalisa Pastore (Biella-Vercelli/Bugella Sport), seconda nel pentathlon tricolore ma regina di specialità nella nuova Arena, mentre è seconda Emma Contotto (Milano/Atl. Concorezzo), quarta a Forlì e oggi autrice di 34,75. Tra i cadetti Giovanni Bosoni (Varese/Atl. Gavirate) si migliora di oltre sette metri per firmare il successo: 42,97.

Appassionanti i 300 piani, con la vittoria di Samira Manai (Brescia/Freezone), atleta da 3:00.04 sui 1000, in 41.6 davanti al 41.7 di Silvia Marangoni (Varese/N. Atl. Arconate), PB demolito per entrambe, mentre tra i maschi Pietro Milzani (Brescia/Atl. Rodengo Saiano Mico) supera in un serrato finale Filippo Bolondi (Milano/Atl. Riccardi Milano) 38.28 a 38.46.  Di marca bresciana anche i 2000 metri femminili con la vittoria e il personale sfiorato per Giorgia Canziani (Brescia/Freezone) in 6:45.66. Volata a tre e vittoria piemontese nei 2000 metri maschili: 6:00.32 per il classe 2006 Alessio Romano (Cuneo/Atl. Roata Chiusani), 6:01.12 per Lorenzo Pelliciardi (Pavia/Raschiani Triathlon) e 6:02.13 per Francesco Mazza (Cuneo/Atl. Saluzzo).

Milano si prende la vittoria degli 80 piani maschili con Anthony Palermo (Scuola Sportiva Atl. Punto It) con 9.59 (-1.3) controvento e inoltre della 4x100 con Michele Pio Sacco, Giorgio Lunghi e i già citati Bolondi e Palermo (45.69). Milano (Martina Brambilla, Marta Brambilla, Celeste Polzonetti e Maria Tornaghi) conquista anche in 50.68 la 4x100 femminile precedendo di soli due centesimi la selezione di Verona composta da Nadia Ciconti, Jackline Ugboma, Emma Montresor e Daphne Cordioli: quest’ultima, tesserata per l’Expandia Atletica Insieme Verona, in precedenza si era imposta nella gara individuale sugli 80 piani per questione di millesimi su Ludovica Avigni (Varese/N. Atl. Varese), 10.53 (+1.2) per entrambe.

Cesare Rizzi (FIDAL Lombardia)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results



Condividi con
Seguici su: