Montagna: la prima tricolore a Saluzzo

08 Giugno 2018

Al via la rassegna nazionale che quest’anno prevede entrambe le tappe in Piemonte: si comincia domenica 10 giugno in provincia di Cuneo con oltre 450 iscritti, nella gara di salita e discesa


 

452 iscritti per la prima prova del Campionato Italiano di corsa in montagna (salita e discesa) che Saluzzo (Cuneo) ospiterà domenica 10 giugno. Un record di partecipanti per una gara tricolore, che presenta nel percorso una particolarità unica e affascinante. Il tracciato infatti si snoderà nelle vie del centro cittadino e nella collina che lo circonda, con un’altra nota distintiva: si passerà non solo attraverso aree verdi pubbliche, ma anche all’interno di parchi e giardini privati che i residenti hanno aperto alla manifestazione con disponibilità e spirito di collaborazione. Dopo i tricolori di staffetta ad Arco di Trento, sarà una tappa decisiva di selezione per i Campionati Europei del 1° luglio a Skopje, in Macedonia. Poi anche la seconda e ultima prova della rassegna nazionale si svolgerà in Piemonte, a Tavagnasco (Torino), il 22 luglio. Saluzzo, città capitale di un antico Marchesato che dal 1140 al 1548 dominò il Piemonte sud-occidentale fino a ritagliarsi un posto di prestigio fra i grandi regni europei, offrirà quindi agli atleti e agli spettatori dell’evento tutte le proprie ricchezze storiche. La gara toccherà i luoghi simbolo come la Castiglia, residenza dei Marchesi e poi adibita a casa penale, che verrà attraversata dagli atleti, quindi l’Antico Palazzo Comunale e la Torre Civica, la casa-museo di Silvio Pellico che qui nacque nel 1789 e trascorse i primi anni di infanzia.

UOMINI - Dal punto di vista tecnico, un percorso cittadino ma non per questo meno duro, anzi. A dirlo sono gli atleti di casa, attesi su queste strade dopo la vittoria di Oncino (Cuneo) nel 2014: i gemelli Bernard e Martin Dematteis (Corrintime), nati nella vicina Valle Varaita. “Un tracciato duro, spaccagambe, da montagna vera. Sono sicuro che sarà impegnativo per tutti”, afferma Bernard dopo averlo provato nei giorni scorsi. Il pronostico della vigilia è per loro ma partono in pole position anche Cesare Maestri (Atl. Valli Bergamasche Leffe) e Francesco Puppi (Atl. Valle Brambana). Da tenere d’occhio Nadir Cavagna (Atl. Valle Brambana), bronzo tricolore su pista dei 10.000 metri quest’anno, che potrà dire la sua come i portacolori dell’Atletica Valli Bergamasche Leffe, Luca Cagnati e Alessandro Rambaldini. In ottica Campionati di Società, il ruandese Jean-Baptiste Simukeka (Orecchiella Garfagnana) e il keniano Daniel Kipkirui Ngeno (Atl. Libertas Orvieto) sono in grado non solo di portare punti preziosi ai rispettivi club ma anche di vincere la gara.

DONNE - La prova femminile vede come favorita d’obbligo la ex campionessa iridata Alice Gaggi (La Recastello Radici Group). A darle filo da torcere la compagna di club Samantha Galassi mentre è al rientro Valentina Belotti (Atl. Alta Valtellina) dopo l’intervento di quest’autunno ai tendini. Tra le candidate per il podio anche Roberta Ciappini (La Recastello Radici Group), settima alla Festa del Cross di Gubbio e in lizza per il titolo under 23, reduce da uno stop per problemi fisici, ed Elisa Desco (Atl. Alta Valtellina) al rientro dopo la seconda maternità in autunno. Ritorna anche Camilla Magliano (Pod. Torino), in ripresa da un infortunio muscolare e prossima maglia azzurra ai Mondiali di lunghe distanze.

Da seguire anche Ilaria Dal Magro (Atl. Lecco Colombo Costruzioni), Gloria Giudici (Freezone), che bene ha fatto ai tricolori di staffetta di Arco, e la stradista Elisa Stefani (Brancaleone Asti). In gara altre due atlete che sulla strada hanno il loro punto di forza: la maratoneta azzurra Emma Quaglia (Cambiaso Risso Running Team Genova) e Giorgia Morano (Cus Torino).

PROMESSE - Proveranno a salire sul podio under 23 al femminile anche Paola Varano (Bognanco), azzurra lo scorso anno tra le juniores, e Cecilia Basso (Orecchiella Garfagnana), già convocata per i Mondiali di lunghe distanze. Al maschile Henri Aymonod (Corrintime), dopo la bella prova di Arco insieme ai gemelli Dematteis, parte con ambizioni di vertice come Alberto Vender (Valchiese), Stefano Martinelli (Csi Morbegno) e Matteo Bonzi (Atl. Valle Brembana). Un posto di primo piano spetta poi all’atleta di casa, Andrea Rostan (Atl. Saluzzo), azzurro lo scorso anno a Europei e Mondiali nella categoria under 20.

JUNIORES - La sfida femminile si preannuncia di buon livello, una delle migliori delle ultime edizioni. Dopo l’ottima prova di Arco di Trento, dove ha battagliato anche con le seniores, leader della vigilia sembra essere Angela Mattevi (Atl. Valle di Cembra). In lotta per il podio Gaia Colli (Pont Saint-Martin), Linda Palumbo (Atl. Clarina Trentino), Marta Menditto (Atl. Alessandria) e Francesca Annoni (Atl. Lecco Colombo Costruzioni): tutte hanno vestito la maglia azzurra lo scorso anno. Da seguire anche le piemontesi Mastewal Ghisio (Atl. Canavesana), Arianna Dentis e Anna Arnaudo (Atl. Saluzzo) e il rientro alle gare di Alessia Scaini (Atl. Saluzzo), azzurra ai Mondiali di cross 2017. Si presenta al via della prova maschile under 20 da favorito Giovanni Rossi (Lanzada), campioncino di sci alpinismo reduce da una notevole prestazione in staffetta ad Arco. Fari puntati quindi su chi ha vestito la maglia azzurra tra gli allievi nel 2017, vale a dire Andrea Rota (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) e Alderico Tonin (Vittorio Atletica). Ma potrebbero dire la loro per le parti alte della classifica Alessandro Lotta (Atl. Valli Bergamasche Leffe), Simone Masetto (Vittorio Atletica), Jacopo Piazza (Tornado), e i portacolori del Club Atletico Potenza, Rocco Lancellotti e Domenico Beneventi.

IL PROGRAMMA - Appuntamento sabato 9 giugno alle ore 18.00 in Piazza Cavour nell’area village per la consegna dei pettorali. Prima gara a prendere il via domenica alle ore 8.50 da Corso Italia quella degli under 20 maschili su percorso di 6,5 km, a seguire alle ore 9.00 juniores femminili e master maschili e femminili (5,4 km), promesse e seniores femminili alle ore 10.00 (11,8 km) e, per finire, alle ore 11.00 promesse e seniores maschili (11,8 km). L’arrivo per tutte le categorie è nella centrale Piazza Cavour.

Myriam Scamangas (FIDAL Piemonte)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- Il sito della manifestazione


Condividi con
Seguici su: