New York, torna la Dream Marathon

31 Ottobre 2019

Domenica la classica delle classiche all'edizione numero 49: l'oro mondiale Lelisa Desisa cerca il bis dopo la vittoria del 2018, Mary Keitany a caccia del quinto successo. Oltre 2800 italiani al via


 

di Marco Buccellato

La maratona della Grande Mela torna il 3 novembre, ultimo step delle World Marathon Majors 2019, per un'edizione attesissima, l'ultima prima del giubileo del prossimo anno, quando la super classica delle maratone internazionali toccherà il prestigioso traguardo delle 50 volte. Per la gara di domenica a New York, sono annunciati i vincitori della scorsa stagione, l'etiope Lelisa Desisa e la keniana Mary Keitany. Tra i principali avversari della coppia africana, l'altro etiope Shura Kitata e il keniano Geoffrey Kamworor, leader nel 2017, nella prova maschile, e l'etiope Ruti Aga in quella femminile. Grande attesa per l'esordio sulla distanza della primatista mondiale di mezza maratona Joyciline Jepkosgei. Anche quest'anno i runner italiani saranno i più numerosi tra gli iscritti non statunitensi, con un contingente di circa 2850 unità, su un percorso che attraverserà i cinque distretti della metropoli USA, con il consueto start dal ponte di Verrazzano e l'arrivo nella splendida cornice del Central Park. Il via alle 15.10 italiane per le donne élite, mezz’ora più tardi il primo gruppo di partenza con i migliori uomini.

DESISA VS KAMWOROR - Dopo il recente titolo iridato ai campionati del mondo di Doha, non più di quattro settimane fa, per l'etiope 29enne Lelisa Desisa c'è l'occasione di replicare il successo del 2018. Alla sesta partecipazione a New York, con un palmarès che comprende anche un secondo e due terzi posti, avrà però il ruolo di co-favorito, dividendo il pronostico soprattutto con il vincitore di due anni fa, il keniano Geoffrey Kamworor, recentemente autore di uno straordinario record del mondo sulla mezza maratona (58:01 a Copenhagen), che nell'ultima edizione chiuse terzo (e secondo nel 2015). Il bilancio delle sfide sui 42,195 km tra i due, limitato solo a tre gare della New York City Marathon, vede Kamworor in vantaggio 2-1. Per Desisa, obiettivo seconda vittoria, e pareggio contro il fortissimo avversario. Tra gli iscritti di vertice, anche gli altri etiopi Shura Kitata e Tamirat Tola, rispettivamente secondo e quarto un anno fa.

KEITANY, POKERISSIMO NEL MIRINO - L'anno scorso la keniana Mary Keitany colse il quarto trionfo, che si aggiunge ai tre in fila dal 2014 al 2016, e lo fece con un gara sensazionale, firmando una seconda parte di gara spaziale in 1h06:58. Per la cinquina, la 37enne si presenta in prima fila dopo il quinto posto in primavera a Londra, dove due anni prima aveva centrato il record del mondo di maratona "women only" in 2h17:01. A fronteggiarla, l'etiope Ruti Aga (2h18:34 in carriera, ma ritirata nel caldo di Doha), con il valore aggiunto della grande sfida che arriva soprattutto dalla "new entry" Joyciline Jepkosgei, primatista del mondo di mezza maratona, all'esordio sulla distanza regina delle corse su strada. Tante le americane che puntano di nuovo al podio, guidate da Sara Hall che a fine settembre ha demolito il personale sulle strade di Berlino, con 2h22:16, ma tra loro anche Des Linden, vincitrice nella scorsa stagione sotto il diluvio di Boston, Kellyn Taylor e la 41enne Roberta Groner, sesta ai Mondiali. A proposito di atlete “over”, curiosità per l’australiana di origine irlandese Sinead Diver, classe ’77, capace di 2h24:11 a Londra. Il miglior crono di sempre a New York risale a sedici anni fa, 2h22:31 di Margaret Okayo nel 2013.

TV - La Maratona di New York 2019 di domenica 3 novembre sarà trasmessa in diretta tv su RaiSport dalle ore 14.55 (anche in streaming) e su Eurosport 1 dalle 15.05.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- Il sito della manifestazione


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate