Rieti si accende con l'energia degli U16

05 Ottobre 2018

Inizia domani allo stadio Raul Guidobaldi il doppio appuntamento con i Campionati Italiani individuali e per Regioni Cadetti e con il Festival Europeo della velocità Giovanile.


 

Un bagno di entusiasmo. La cerimonia d’apertura del Festival Europeo della velocità Giovanile (European U16 Sprint Festival) e dei Campionati Italiani individuali e per Regioni Cadetti ha acceso piazza Vittorio Emanuele II, a Rieti, dell’energia dei mille Under 16 arrivati da 24 stati europei e da tutte le regioni Italiane. Tra danze, selfie e tanto tifo, la sfilata dal Ponte Romano ha attraversato il fiume Velino fino alla piazza che domina la città, dove i giovanissimi atleti hanno ricevuto il benvenuto del presidente della Federazione Italiana di Atletica Leggera Alfio Giomi, del Sindaco di Rieti Antonio Cicchetti e dell’assessore alle Politiche per la ricostruzione della Regione Lazio Claudio Di Berardino insieme al prefetto Giuseppina Reggiani, al sindaco di Amatrice Filippo Palombini, al presidente della Provincia di Rieti Giuseppe Rinaldi, al presidente del comitato organizzatore di Rieti 2020 Maria Chiara Milardi.

Alfio Giomi: “Siamo in una delle capitali italiane dell’atletica. I Campionati Italiani Cadetti sono la più bella manifestazione d'Italia, carica di un'energia e di un entusiasmo unici. Vi auguro buona fortuna, è il vostro primo passo nel mondo dell'atletica leggera e dello sport”. Antonio Cicchetti: “Benvenuti a Rieti e in Italia, in questa città carica di storia, suggestioni e impianti sportivi. Benvenuti a voi che vi cimenterete in queste gare, verso l’appuntamento di Rieti 2020 che stiamo preparando con rispetto e attenzione. Diamo inizio a questa grande festa”. Claudio Di Berardino: “Abbiamo dato vita a uno spettacolo importante.

Un segnale di solidarietà e vicinanza a un territorio colpito dal sisma che attraverso lo sport può trovare nuova energia e risorse”. Chiara Milardi: “Quella di stasera è la Rieti che vorremmo fosse. Una città e una piazza colorata e multiculturale”.

Ad esaltare le 46 delegazioni (25 nazioni e 21 rappresentative regionali) sono state però due donne come Maria Benedicta Chigbolu e Gabriella Dorio. L’azzurra dei 400 metri, beniamina di casa, ha portato la fiaccola e acceso il tripode in un crescendo di applausi (vincendo anche il forte vento che soffiava sulla piazza): “In bocca al lupo a tutti voi, divertitevi, date il vostro meglio. La pista di Rieti è veloce, metteteci il cuore”. La campionessa Olimpica di Los Angeles 1984 ha galvanizzato i giovani atleti con un invito a “divertivi e sognare in grande. È il momento di mettere un sogno nel vostro cassetto e iniziare a coltivarlo, perché un giorno diventi realtà!”.

Appuntamento domani allo stadio Raul Guidobaldi a partire dalle 9.00 con le prime gare della rassegna nazionale cadetti. Nel pomeriggio, a partire dalle 16.10 inizieranno anche le batterie del Festival Europeo della velocità Giovanile. Le selezioni nazionali scenderanno in pista con i loro migliori giovani sprinter: hanno aderito, oltre all'Italia, Andorra, Armenia, Austria, Bielorussia, Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Estonia, Francia, Germania, Grecia, Islanda, Israele, Lituania, Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Malta, Moldavia, Norvegia, Portogallo, San Marino, Repubblica Slovacca, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera.

TV E STREAMING: La manifestazione verrà trasmessa in differita su RaiSport giovedì 11 ottobre dalle 12.00 alle 13.30 e venerdì 12 ottobre sempre dalle 12.00 alle 13.30. La due giorni di gare sarà visibile interamente in diretta streaming su www.atletica.tv.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

 


(foto Vannicelli)


Condividi con
Seguici su: