Roma, ecco il cast: Meucci sfida l'Etiopia

06 Aprile 2019

I top runner della Acea Maratona Internazionale di domenica 7 aprile: il campione europeo 2014 si confronta con Ayele, Dereje e Teshome. Donne: favorite Tsega e Megertu, Soufyane al rientro


 

di Nazareno Orlandi

“Sono qui per correre in casa”. Con questa parole Daniele Meucci ha dato appuntamento alla XXV Acea Maratona Internazionale di Roma al via domani, domenica 7 aprile, con partenza (8.35) e arrivo ai Fori Imperiali per i 10.000 iscritti. L'ingegnere pisano, campione europeo di maratona del 2014, sarà in gara sui 42,195 km tra le meraviglie della Capitale, a nove anni dall'ultima volta a Roma, nel 2010, quando corse la maratona d'esordio in 2h13:49. "Ho quasi sempre gareggiato all'estero sulla distanza - ricorda il 33enne dell'Esercito - e stavolta non volevo mancare. Una prova sotto le 2h10? Domani vedremo cosa accadrà...". Si prospetta un test molto utile in ottica Mondiali di Doha e il tempo di riferimento sono le 2h10:45, crono stampato in Giappone, a Otsu, nel marzo del 2018, primato personale dell'azzurro. Alla presentazione dei top runner, nel quartier generale dell'Expo Marathon-Ragusa Off, anche l'altra portacolori dell'Esercito, Laila Soufyane, alla prima maratona dopo la nascita della figlioletta Malika, un anno e cinque mesi: “Roma mi è sempre piaciuta, sto rientrando dalla maternità e ho corso due mezze maratone che hanno dato esito positivo - le parole della 35enne - anche nell’ultimo periodo ho avuto buone sensazioni, quindi cercherò di correre sui ritmi del personale (2h32:29), sperando che il meteo tenga e le temperature siano favorevoli”.

ETIOPI IN POLE - Tra i favoriti della vigilia, spicca la pattuglia etiope che al femminile vuole prolungare il dominio sulle strade romane ininterrotto dal 2014 e al maschile prova a riprendersi la vittoria dopo un anno di digiuno. Con il miglior personale tra gli iscritti si presenta Abayneh Ayele Woldegiorgis, 31 anni, 2h06:45 a Dubai nel 2016, autore quest'anno di 2h11:30 a Houston in gennaio: “Sono pronto per domani, ci proverò. La mia preparazione è stata buona. Ringrazio gli organizzatori, per me è un onore essere a Roma. Cercherò di realizzare il personal best”. Che significherebbe, tra l'altro, battere il primato della 42,195 km di Roma, fissato a 2h07:17 (titolare il keniano Benjamin Kiptoo dal 2009).

Tra i più esperti c'è l'altro etiope Tesfaye Dereje Gebrehiwot, 33 anni, 2h08:17 di personale datato 2014, al rientro in maratona dopo quasi tre anni di assenza sulla distanza: “Vengo da un lungo infortunio, ma la condizione adesso è buona, mi sono allenato molto bene e cercherò di vincere”. Da non sottovalutare anche la presenza del giovane Birhanu Teshome Demisie, 23 anni, ottavo nella veloce maratona di Dubai di inizio anno (2h08:20, migliore del 2019 tra gli iscritti). Al femminile, si potrebbe profilare un duello tra la navigata etiope Muluhabt Tsega, PB da 2h25:48 a Shanghai lo scorso anno (“Mi sono allenata molto bene, spero di vincere e se le condizioni meteo saranno favorevoli potrò puntare a un buon tempo”) e la giovane Alemu Megertu che sempre a Shanghai nel 2018 è scesa a 2h28:08: “Sono pronta, sono in buona condizione e non vedo l’ora di correre. Voglio battere il record della gara”, ha annunciato non senza ambizione, puntando a un netto miglioramento e al primato femminile di 2h22:53 della russa Galina Bogomolova nel 2008. 

AUTORITÀ - Alla partenza, sulla tribuna d'onore ci saranno la sindaca di Roma Virginia Raggi, il presidente FIDAL Alfio Giomi, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Simone Valente, l’assessore allo Sport, politiche giovanili e grandi eventi cittadini di Roma Capitale Daniele Frongia, il coordinatore generale della maratona Fabio Martelli e l'olimpionico di nuoto Gregorio Paltrinieri.

IL RICORDO - A 10 anni esatti dal terremoto che il 6 aprile 2009 distrusse L’Aquila, il presidente della FIDAL Alfio Giomi ha voluto ricordare le vittime e portare l’ideale abbraccio di tutto il mondo dell’atletica alla città abruzzese ferita. Lo ha fatto in occasione della presentazione del progetto Europei U18 di Rieti 2020, di fronte a una platea di studenti del liceo scientifico sportivo internazionale di Amatrice, il borgo distrutto da un altro sisma, quello del 2016.

IN TV - L’Acea Maratona Internazionale di Roma sarà trasmessa domenica 7 aprile in differita su RaiSport alle 22.40

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it


Il cast della Acea Maratona Internazionale di Roma (foto Piccioli/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: