Scudetti a Vicentina e Bracco, Fabbri 20,71

15 Settembre 2019

A Rieti nella finale dei Societari under 23 il club veneto trionfa tra gli uomini e il team milanese tra le donne. Il pesista azzurro centra la seconda misura in carriera nell'ultimo test pre-Doha


 

di Nazareno Orlandi

Fanno festa l’Atletica Vicentina al maschile e la Bracco Atletica al femminile: sono i club campioni d’Italia under 23 del 2019, vincitori della finale scudetto di Rieti. Tra gli uomini, la società veneta si impone con 173 punti, meglio di Cus Parma (146) e Atletica Bergamo 1959 Oriocenter (141). Tra le donne, il club milanese trionfa nella classifica finale con 175 punti davanti alle padrone di casa della Studentesca Milardi Rieti (153) e all’Atletica Brescia 1950 Ispa Group (146). L’acuto del weekend, a livello individuale, è senza dubbio il 20,71 nel peso dell’azzurro Leonardo Fabbri (Atl. Firenze Marathon/Aeronautica), seconda prestazione in carriera a poche settimane dai Mondiali di Doha, per i quali figura nell’elenco dei 65 convocati.

FABBRI C'È - Il miglior risultato del weekend lo firma Leonardo Fabbri: 20,71 nel peso, seconda prestazione in carriera per il lanciatore dell’Aeronautica, oggi in gara con la maglia dell’Atletica Firenze Marathon. Il 22enne fiorentino, che sarà in pedana ai Mondiali di Doha il 3 ottobre in qualificazione, scaglia l’attrezzo a 28 centimetri dal primato personale di 20,99 e nella propria serie infila un lancio da 20,03 al secondo turno e un 20,28 finale. Buone notizie, dunque, in vista della rassegna iridata in Qatar: “L’obiettivo di oggi era fare più di venti metri nei primi tre lanci, e questo sarà anche l’obiettivo di Doha - le parole dell’argento europeo under 23 allenato da Paolo Dal Soglio - il 20,71 va benissimo, e gareggiare tanto mi ha aiutato a salire di condizione e prendere fiducia, oltre a crescere tecnicamente grazie alle sensazioni che avverto in gara. I risultati stanno arrivando. Adesso ho iniziato a scaricare, continuerò ad allenarmi come ho fatto tutto l’anno e a Doha arriverò in buona forma”. Dai lanci, buona anche la prestazione di Giacomo Proserpio (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) vicino ai settanta metri nel martello con 69,25. Il disco premia Diletta Fortuna (Atl. Vicentina) con 45,98, il giavellotto è per la primatista italiana U23 Sara Zabarino (Acsi Italia) con 51,81.

VIDEO | FABBRI: "UN 20,71 CHE DÀ FIDUCIA"

IN PISTA - Due azzurri fuori classifica: Andrew Howe (Aeronautica) 21.13 (+0.1) nei 200 metri, Mario Lambrughi (Atl. Riccardi Milano 1946) 50.67 nei 400hs. In funzione Cds, invece, il maggior contributo alle proprie squadre in queste specialità lo danno Federico Manini (Cento Torri Pavia) che fa doppietta con 21.53 (personale demolito) dopo i 100 vinti ieri, di nuovo davanti al bronzo europeo U20 Mattia Donola (Pro Sesto Atl., 21.53), e nei 400hs Cristiano Giovanatto (Malignani Libertas Udine) con 53.52, a precedere Michele Bertoldo (Atl. Vicentina) 53.85. Tra le donne, successo per Chiara Gherardi (Studentesca Milardi Rieti) nei 200 con 24.15 (+0.8) e primato personale nei 400hs per Alice Muraro (Atl. Vicentina) con 1:01.34 dopo il secondo posto di ieri nei 100hs. Consueta gara tutta all’attacco per Sophia Favalli (Us Quercia Trentingrana) negli 800, chiusi con 2:10.42. Tra gli uomini il favorito Giovanni Crotti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) rimane coperto fino ai -100 e poi trova il migliore spunto nel rettilineo finale (1:55.74) bruciando Vittorio Braccia (Pro Sesto Atl., 1:55.76). Capitolo 5000 metri: Esther Yeko Chekwemoi regala il primo posto all’Acsi Italia con 17:24.78 staccando Federica Zenoni (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter, 17:37.71), e tra gli uomini Ademe Cuneo (Cento Torri Pavia) con 14:50.81 non lascia scampo a Massimo Guerra (At. Vicentina), 14:53.61.

SALTI - Quando sente odore di Societari, Manuel Lando si galvanizza per la sua Atletica Vicentina: al precedente limite personale di 2,15 saltato nella finale scudetto assoluta di Firenze in giugno, oggi aggiunge un centimetro (2,16) e prova tre volte senza fortuna 2,20. Lungo maschile alla Cento Torri Pavia in virtù del 7,51 (-1.0) di Reda Chahboun, mentre il 5,86 (+1.0) di Alessia Bylykbashi (Toscana Atl. Empoli Nissan) vale la prima piazza al femminile. A 3,60 insieme nell’asta Stella Tronchin (Us Quercia Trentingrana) e Laura Pirovano (Pro Sesto Atl.), ma è la prima a totalizzare dodici punti grazie a un errore in meno a questa quota.

STAFFETTE - L’Atletica Vicentina completa la propria cavalcata tricolore con la staffetta 4x400, dominata in 3:19.72 da Simone Bisortole, Pietro Marangon, Michele Rancan e Michele Bertoldo. Il miglior quartetto femminile è invece quello della Studentesca Milardi Rieti: 3:50.18 per Alessia Tirnetta, Flavia Ferrari, Valeria Simonelli e Chiara Gherardi.

CLASSIFICA MASCHILE: 1. Atletica Vicentina 173 punti; 2. Cus Parma 146; 3. Atl. Bergamo 1959 Oriocenter 141; 4. Atl. Cento Torri Pavia 134.5; 5. Atl. Studentesca Milardi Rieti 131; 6. Atl. Malignani Libertas 128; 7. Atl. Livorno 124.5; 8. Atl. Firenze Marathon 104.5; 9. Atl. Lecco Colombo Costruzioni 102.5; 10. La Fratellanza 1874 Modena 96; 11. Pro Sesto Atl. 128; 12. Enterprise Sport&Service 71. *Pro Sesto Atletica undicesima perché non ha i nove punteggi juniores obbligatori.

CLASSIFICA FEMMINILE: 1. Bracco Atletica 175 punti; 2. Atl. Studentesca Rieti Andrea Milardi 153; 3. Atl. Brescia 1950 Ispa Group 146; 4. Acsi Italia Atletica 142; 5. Atl. Vicentina 139; 6. Atl. Bergamo 1959 Oriocenter 133; 7. La Fratellanza 1874 Modena 129; 8. Quercia Trentingrana 108; 9. Toscana Atl. Empoli Nissan 102.5; 10. Pro Sesto Atl. 99; 11. Atl. Lecco Colombo Costruzioni 79; 12. Cus Torino 82. *Cus Torino dodicesimo perché non ha i nove punteggi juniores obbligatori.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results

Leonardo Fabbri (foto Maurizio De Marco)


Condividi con
Seguici su: