Tallinn, vol. 2: Europei U20 dopo i trionfi U23

13 Luglio 2021

È arrivata la squadra italiana in Estonia: 87 azzurrini per la rassegna continentale juniores, con altre quattro giornate di gare da giovedì a domenica. Attesi tra gli altri Benati (400) e Melluzzo (100)

 

di Luca Cassai

Tallinn chiama, Tallinn risponde. C’è ancora l’eco per gli straordinari risultati degli azzurri agli Europei under 23 della scorsa settimana e adesso la capitale dell’Estonia si prepara ad accogliere un altro appuntamento giovanile, i Campionati Europei under 20, da giovedì 15 a domenica 18 luglio. La squadra italiana oggi è in viaggio con 87 atleti, 42 uomini e 45 donne: la più numerosa di sempre tra le edizioni svolte all’estero, avvicinando il massimo di 92 convocati quattro anni fa a Grosseto. Per molti sarà la prima esperienza, anche a causa del forzato stop dell’attività internazionale nella scorsa stagione, ma per altri l’occasione di tornare a vestire la maglia azzurra. Il nome di punta è quello di Lorenzo Benati, che sarà nel team italiano alle Olimpiadi di Tokyo per le staffette 4x400 metri. Tra i principali protagonisti attesi, il velocista Matteo Melluzzo che è il capolista europeo stagionale di categoria con 10.25, secondo italiano di sempre in questa fascia di età alle spalle di Filippo Tortu. Al comando nelle liste continentali di quest’anno c’è inoltre Emiliano Brigante sui 10.000 di marcia (41:48.25). In gara con ottime credenziali nel lungo Arianna Battistella (6,55) e nel giavellotto il neoprimatista nazionale juniores Giovanni Frattini (73,78), entrambi al terzo posto nelle graduatorie del 2021, ma tra gli altri cercano le posizioni di vertice anche la triplista Greta Brugnolo, lo sprinter Federico Guglielmi nei 200 metri, gli ostacolisti Lorenzo Simonelli (che di recente ha stabilito la migliore prestazione italiana nei 110hs con le barriere assolute) e Veronica Besana (100hs), il decatleta Alessandro Sion e il lunghista Carlo Santacà, i saltatori in alto Massimiliano Luiu e Mattia Furlani che è uno dei 12 allievi (nati nel 2004 e 2005) nella squadra insieme a 75 juniores (2002-2003), mentre proprio nell’alto ha preferito rinunciare Edoardo Stronati e quindi i partecipanti si riducono rispetto agli 88 inizialmente selezionati. Sarà l’edizione numero 26 dell’evento, con 1247 iscritti in rappresentanza di 46 nazioni, e la seconda volta a Tallinn dopo quella del 2011. Le gare saranno trasmesse in diretta tv e streaming su RaiSport.

ISCRITTI - ORARIO - LA SQUADRA ITALIANA - TUTTE LE NOTIZIE - Le pagine EA sugli Europei U20 - Il sito del Comitato Organizzatore

SPRINT - Le gare di velocità sono tra le più attese in chiave italiana, soprattutto al maschile. È nei 100 che un azzurro indosserà il pettorale blu di leader dell’anno, Matteo Melluzzo. Dopo l’eccellente 10.25 (+1.4) del meeting di Savona a metà maggio, ha avuto una battuta d’arresto alla rassegna juniores di Grosseto ma si è prontamente ripreso con il probante 10.34 controvento (-1.0) del secondo posto agli Assoluti di Rovereto. Il siracusano delle Fiamme Gialle ha già vissuto la gioia di un podio da allievo: l’argento al Festival olimpico della gioventù europea, due anni fa. Ad affiancarlo il 18enne Angelo Ulisse (Fiamme Gialle Simoni, 10.43) ed Edoardo Luraschi (Osa Saronno Libertas, 10.48) che hanno demolito i record personali nella finale tricolore di categoria come il vincitore di quella gara, Filippo Cappelletti (Osa Saronno Libertas), che invece ha optato per i 200 metri. Sul mezzo giro di pista l’uomo di riferimento è comunque il veneziano Federico Guglielmi (Atl. Biotekna), terzo a Rovereto in 21.04 e medaglia d’oro all’Eyof di Baku 2019, ma ci sarà anche il campione indoor Paolo Messina (Trieste Atletica) e visti i valori in campo sarà da seguire la 4x100. Il capitano Lorenzo Benati ha già indossato l’azzurro dei “grandi” nei 400 agli Europei indoor di Torun e poi in staffetta alle World Relays di Chorzow. In attesa di volare per Tokyo il 19enne romano delle Fiamme Azzurre, oro continentale under 18 nel 2018, scende in gara con il secondo accredito (il 46.34 con cui ha sfiorato il personale a Grosseto), preceduto soltanto dallo spagnolo Gerson Pozo (45.82). Sarà al via nella prova individuale con Tommaso Boninti (Atl. Livorno) e Neil Antonel (Atl. Brugnera Friulintagli), per la staffetta c’è Stefano Grendene (Unione Giovane Biella). Al femminile, nelle prossime ore saranno definite le atlete che correranno a livello individuale su 100 e 200: in queste specialità sono state infatti iscritte quattro sprinter, ma solo tre potranno gareggiare. Convocate nella prova più veloce la campionessa italiana Antonella Todisco (Alteratletica Locorotondo), Ilenia Angelini (Asa Ascoli Piceno) e Gaya Bertello (Pol. Novatletica Chieri) che hanno composto il podio tricolore ma anche la 16enne Ludovica Galuppi (Bracco Atletica), primatista allieve dei 60 indoor con 7.45. Nei 200 metri Elisa Visentin (Atl. Biotekna) che si è aggiudicata il titolo di categoria per questione di millesimi davanti ad Alessandra Iezzi (Bracco Atletica), quindi Eleonora Nervetti (Atl. Piacenza) e Ginevra Ricci (Studentesca Rieti Milardi). In netto progresso le quattrocentiste: Alexandra Almici (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) che ha fatto doppietta tra indoor e all’aperto, Francesca Bianchi (Atl. Fossano ’75) e Zoe Tessarolo (Atl. Vicentina), mentre non ha potuto essere convocata Laura Rami, out per infortunio.

OSTACOLI - È già proiettato sulle barriere più alte Lorenzo Simonelli (Esercito) che nei 110hs a Rovereto ha firmato la MPI juniores (13.79 con gli ostacoli da 106 centimetri) ma qui sarà impegnato con quelle di categoria da un metro, dopo essere sceso sulla pista di Grosseto a 13.58 (settimo crono nell’entry list), nella gara che attende il fenomeno Sasha Zoya, francese di origine australiana. Si sono guadagnati la chiamata inoltre Riccardo Berrino (Cus Genova) e Samuele Maffezzoni (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter). In top ten europea stagionale anche un’azzurra dei 100 ostacoli: Veronica Besana (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) che ha corso due volte in meno di tredici secondi e mezzo (13.49 e poi 13.47), sesta tra le iscritte, in gara con la campionessa indoor Giorgia Marcomin (Osa Saronno Libertas). Nei 400 ostacoli la marchigiana Angelica Ghergo, appena entrata nell’Esercito, guida la presenza azzurra che comprende Mariasole Muraro (Atl. Vicentina), sorella di Alice che a Tallinn ha raggiunto la semifinale europea under 23 pochi giorni fa, e l’allieva piemontese Ludovica Cavo (Atl. Serravallese). Il terzetto al maschile è invece rappresentato dal podio tricolore con Massimo Avitabile (Atl. Vicentina), Emanuele Santoro (Enterprise Sport & Service) e Riccardo Ganz (Team Treviso).

MEZZOFONDO - Negli 800 metri il bresciano Francesco Pernici (Freezone), pluricampione italiano, è sceso a 1:49.52 ma si è migliorato pure nei 400 con 47.61 e quindi sarà a disposizione anche per la staffetta del miglio. Premiato con la convocazione il non ancora 17enne trevigiano Giovanni Lazzaro (Atl. Quinto Mastella, 1:50.64). L’unico azzurro sui 1500 sarà il tricolore juniores Thomas Serafini (Athletic Club Firex Belluno). Al via nei 3000 l’allievo Simone Valduga (Us Quercia Trentingrana), nei 5000 metri Nicolò Gallo (Atl. Alba), mentre l’altro trentino Massimiliano Berti (Valchiese) correrà i 3000 siepi con Cesare Caiani (Atl. Brugnera Friulintagli) e Raffaele Augimeri (Atl. Aden Exprivia Molfetta) che hanno duellato nella rassegna di categoria. Tra le donne gli 800 vedranno in azione Federica Pansini (Studentesca Rieti Milardi), i 3000 la valdostana Silvia Gradizzi (Cus Pro Patria Milano) e nei 1500 spicca la presenza di due allieve, Matilde Prati (Fondazione Bentegodi) e Arianna Algeri (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), reduci dal weekend tricolore di Rieti. In tre nei 5000 metri, la campionessa italiana Emma Casati (Atl. Piacenza), Greta Settino (Toscana Atl. Empoli Nissan) e Luna Giovanetti (Atl. Valle di Cembra), ma anche nei 3000 siepi, con Katja Pattis (Südtirol Team Club), Aurora Bado (Freezone) e la 16enne Sofia Cafasso (Battaglio Cus Torino).

SALTI - Il volo nel lungo a 6,55 di Arianna Battistella (Atl. Vicentina) sulla pedana di Grosseto è uno degli acuti più belli della stagione a livello giovanile. In questa categoria nella storia ha fatto meglio soltanto Larissa Iapichino, attualmente ferma per l’infortunio rimediato agli Assoluti, ma la squadra azzurra ha comunque un’ottima carta da giocare perché la saltatrice veneta si presenta con il terzo accredito. Attenzione poi alla non ancora 17enne Marta Amani (Cus Pro Patria Milano), cresciuta con 6,34 sabato scorso a Rieti, e alla ligure Chiara Smeraldo (Maurina Olio Carli). La polivalente Greta Brugnolo (Atl. Riviera del Brenta), campionessa italiana anche delle prove multiple, ha scelto il triplo grazie al 13,49 che la colloca al quarto posto europeo stagionale tra le under 20, e sarà in gara con Francesca Orsatti (Cus Parma). Nell’alto va in pedana la veronese Rebecca Mihalescul (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco), due volte a segno nelle rassegne tricolori, insieme alla toscana Idea Pieroni (Carabinieri), che vuole riprendere quota dopo aver saltato 1,90 indoor nella scorsa stagione, e alla torinese Francesca Maurino (Sisport). Asta per Arianna Peroni (Us Quercia Trentingrana), salita dopo pochi mesi di attività a 4,00 come l’allieva Giulia Gelmotto (N. Atl. Varese). Tra gli uomini nel lungo con 7,73 ha impressionato un altro portacolori dell’Atletica Vicentina, Carlo Santacà, che si è inserito tra i migliori europei del 2021 (quarto dei partecipanti), ma sono riusciti a mettersi in evidenza anche Samuele Baldi (Atl. Alta Toscana, 7,52) e Lorenzo Cagliero (Atl. Riccardi Milano 1946) con 7,53 di poco ventoso e 7,36 regolare. Fari puntati sull’alto per Massimiliano Luiu (Pol. Libertas Sassari) che si è portato quest’anno a 2,16, stessa misura superata dal 16enne Mattia Furlani (Studentesca Rieti Milardi), fratello dell’azzurra Erika, che è diventato il migliore italiano di sempre al debutto nella categoria allievi, invece ha preferito rinunciare Edoardo Stronati (Pro Sesto) che 2,16 l’ha raggiunto domenica ai Tricolori under 18 di Rieti. In caccia di ulteriori progressi nell’asta il ligure Matteo Oliveri (Atl. Virtus Lucca), 5,15 in stagione, e Federico Bonanni (Studentesca Rieti Milardi), 17 anni da compiere nel giorno della qualificazione a Tallinn, che con 5,10 è arrivato a due centimetri dal primato italiano allievi. Nel triplo in gara il campione tricolore Federico Bruno (Team Atletico-Mercurio Novara) e Alex Fabbri (Pontevecchio Bologna).

LANCI - C’è il nuovo primatista italiano juniores del giavellotto che si candida per un ruolo da protagonista: il romagnolo Giovanni Frattini (La Fratellanza 1874 Modena) con il 73,78 di Grosseto è terzo in chiave europea quest’anno, ma potrà dire la sua anche Michele Fina (Atl. Brugnera Friulintagli). Nel martello cercano spazio i due migliori esponenti della categoria, Davide Costa (Cus Genova) e Gregorio Giorgis (Lib. Città di Castello), e nel peso ci sarà il gigante cremasco Emmanuel Musumary (Atl. Estrada). Al femminile, nella stessa specialità, Rachele Mori (Atl. Livorno) per tornare ai livelli della scorsa estate (65,03 del record italiano under 20 quando era ancora allieva) e la padovana Emily Conte (Atl. Riviera del Brenta), nel disco Benedetta Benedetti (Esercito) e poi tre pesiste: l’allieva Anna Musci (Alteratletica Locorotondo), Lucy Omovbe (La Fratellanza 1874 Modena) e la tricolore Anita Bartolini (Cus Parma).

MARCIA E MULTIPLE - Quest’anno è il migliore in Europa tra gli under 20 nei 10.000 di marcia su pista. Il friulano Emiliano Brigante (Trieste Atletica) ha timbrato 41:48.25 nei Societari di metà aprile a Bergamo, quindi ha vinto il titolo a Grosseto in 42:56.16 nonostante un minuto di sosta in penalty zone davanti al bergamasco Gabriele Gamba (Atl. Riccardi Milano 1946), oro all’Eyof del 2019. Completa il terzetto Nicola Lomuscio (Amatori Atl. Acquaviva). Nella marcia femminile al via la campionessa italiana Vittoria Di Dato (N. Atl. Varese), Martina Casiraghi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) e Anita Laiolo (Unione Giovane Biella). Prove multiple con un azzurro, che nel decathlon può fare decisamente bene: il torinese Alessandro Sion (Safatletica Piemonte) si è migliorato fino a 7420 punti, secondo azzurro di sempre tra gli juniores dopo Dario Dester, e parte con il sesto risultato degli iscritti.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it


La squadra italiana a Tallinn per gli Europei under 20


Condividi con
Seguici su: