Trofeo di Majano: giavellottisti a segno

10 Settembre 2017

A Gemona del Friuli (Udine), nella manifestazione internazionale dedicata a cadetti e ragazzi, belle affermazioni dei lanciatori Fina (63,08) e Busi (52,15). Successo a squadre per la rappresentativa delle Marche.


 

Il Trofeo Città di Majano, tradizionale meeting internazionale giovanile, ha fatto tappa a Gemona del Friuli (Udine). Ma nell’edizione numero 26 non sono mancati risultati di rilievo, con tre nuovi primati della manifestazione dedicata a cadetti (under 16) e ragazzi (under 14).

Nel giavellotto cadetti senza rivali Michele Fina (Pordenone) con 63,08, a tre metri e mezzo dal suo 66,56 del 10 giugno a Tolmezzo che vale la miglior prestazione italiana di categoria. Sempre nella stessa gara under 16, però al femminile, di nuovo protagonista Milena Busi (Pordenone) che spedisce l’attrezzo a 52,15, vicina al 52,87 da lei ottenuto due settimane fa (il 26 agosto a San Vito al Tagliamento) con cui è diventata seconda nelle liste nazionali alltime cadette. Entrambi difendono i colori della Nuova Pol. Libertas Sacile. Nel salto in lungo Alessia Seramondi, bresciana dell’Audaces Nave, al primo anno di categoria atterra a 5,79 (+1.1).

Le folate di vento contrario sul rettilineo condizionano invece le gare di velocità: sugli 80 metri il neoprimatista italiano Enrico Sancin (Pol. Triveneto Trieste), bronzo in maglia azzurra nei 100 all’Eyof di Gyor, corre in 9.28 (-2.6). Nella classifica per rappresentative, terza vittoria consecutiva delle Marche (438,5 punti) davanti a Padova (422,5) e Belgrado (408,5), in una rassegna che ha visto in quest’occasione la presenza di 20 squadre regionali o provinciali, di cui 7 estere.

l.c.

26° Trofeo Città di Majano
I vincitori
Cadetti. 80: Enrico Sancin (Trieste A) 9.28 (-2.6); 2000: Behailu Roveri (Treviso) 5:58.14; 100hs: Armin Babos (Budapest) 13.85 (-0.5); alto: Tomislav Isailovic (Belgrado) 2,00; lungo: Matteo Carpano (Verona) 5,99 (+0.9); peso: Adam Younis (Brescia) 13,30; disco: Zalan Strigencz (Budapest) 43,01; giavellotto: Michele Fina (Pordenone) 63,08; 4x100: Trieste A (Lorenzo Barone, Francesco Bertok, Paolo Messina, Enrico Sancin) 44.91.
Cadette. 80: Greta Rastelli (Marche) 10.28 (-1.0); 1000: Martina Lucchini (Verona) 3:03.46; 80hs: Martina Cuccù (Marche) 12.03 (-0.9); alto: Rebecca Mihalescul (Verona) 1,64; lungo: Alessia Seramondi (Brescia) 5,79 (+1.1); peso: Reka Kring (Budapest) 12,53; disco: Theorhema Edem Forson (Brescia) 32,13; giavellotto: Milena Busi (Pordenone) 52,15; 4x100: Marche (Martina Cuccù, Angelica Ghergo, Greta Rastelli, Melissa Mogliani Tartabini) 49.70.
Ragazzi. 60: Ibrahim Younis (Brescia) 7.76; 600: Loris Cittadini (Brescia) 1:36.86; lungo: Joel Turrini (Verona) 5,46; vortex: Claudio Albert Pugnetti (Udine A) 66,88; 4x100: Marche (Matteo Ruggeri, Alessandro Giacometti, Filippo Danieli, Davide Orlando) 50.55.
Ragazze. 60: Jana Isailovic (Belgrado) 8.31; 600: Marina Markovic (Sabac) 1:45.39; lungo: Jovana Micic (Belgrado) 5,01; peso: Giada Stremiz (Belluno) 12,56; 4x100: Belgrado (Sara Ramadani, Lena Stokic, Jovana Micic, Jana Isailovic) 52.89.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results

La squadra delle Marche al Trofeo di Majano


Condividi con
Seguici su: