Usa: Trevisan 52.88, Infantino nel vento

27 Marzo 2021

A Miramar, in Florida, la quattrocentista scende subito sotto i 53 secondi. Lo sprinter apre la stagione sui 200 con 20.38 (+2.5) dopo aver corso i 100 metri in 10.32 (+2.7)

 

Prime gare nella stagione all’aperto per due azzurri impegnati oltreoceano. Sulla pista di Miramar (Usa) debutto promettente di Giancarla Trevisan che vince i 400 metri nel tempo di 52.88 in un pomeriggio ventoso. Con questo risultato la 28enne della Bracco Atletica riesce ad avvicinare il record personale di 52.61 siglato nel 2019 a Bressanone, quando si aggiudicò il tricolore assoluto. Nello stesso anno è stata protagonista con la staffetta 4x400 italiana, terza classificata alle World Relays e agli Europei a squadre, ma ha partecipato anche ai Mondiali di Doha. Alle sue spalle nel Florida International un nome di spicco dell’atletica mondiale: la nigeriana Blessing Okagbare, che in carriera ha conquistato l’argento olimpico e iridato nel lungo, seconda con 53.21. L’azzurra si era espressa durante l’inverno in 54.00 sui 400 indoor, a tre centesimi dal proprio limite in sala.

Nello stesso meeting, al via il 2021 agonistico di Antonio Infantino in due volate con vento oltre la norma. Lo sprinter corre i 200 metri in un convincente 20.38, anche se con troppa brezza a favore (+2.5), preceduto da due statunitensi: il non ancora 18enne Jaylen Slade (20.27) e Trayvon Bromell (20.29), ex campione mondiale dei 60 indoor. Poco più di un’ora prima aveva rotto il ghiaccio nei 100 metri in 10.32 (+2.7), secondo nella gara vinta dall’americano Andrew Hudson in 10.04. Il portacolori dell’Athletic Club 96 Alperia, trent’anni compiuti da pochi giorni, si è laureato campione italiano nei 200 alle ultime due edizioni degli Assoluti all’aperto: ha un primato di 20.41 su questa distanza (10.26 invece nei 100) ed è stato azzurro alla rassegna iridata di Doha, ma nel 2019 ha corso anche agli Europei a squadre nella staffetta 4x100 metri. In due sopra i sette metri nel lungo femminile: prima volta di Chantel Malone (Isole Vergini Britanniche) a 7,08 (+1.4) e ci torna la russa Darya Klishina con 7,05 ventoso (+2.7) e 7,01 regolare (+0.8) come non le accadeva dall’argento mondiale del 2017. [RISULTATI]

FASSINOTTI 2,20 - Nuova uscita agonistica di Marco Fassinotti in Australia. Il 31enne dell’Aeronautica supera la quota di 2,20 nell’alto a Brisbane con un percorso netto fino a quella misura, prima di sbagliare tre volte a 2,23 che avrebbe rappresentato il primato stagionale. Per l’azzurro c’è il quarto posto nel Queensland Track Classic, prima tappa del World Athletics Continental Tour Silver, mentre il successo va all’australiano Brandon Starc con 2,29. Quest’anno il torinese, ex primatista italiano della specialità, ha saltato 2,22 sulla pedana di Canberra a metà febbraio. [RISULTATI]

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it


Antonio Infantino (foto archivio Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate